.

martedì 10 novembre 2015

Recensione BORN TO LOVE US a cura di NOTTING HILL BOOKS

Ringrazio di cuore Julie per aver scritto questa meravigliosa recensione di BORN TO LOVE US



Vi è mai successo di leggere un libro, una poesia, un racconto o di guardare un film e di sentire uno strano brivido dentro? Vi è mai successo di leggere qualcosa tutto in un fiato, di non riuscire a staccare lo sguardo, la mente, il cuore da quello che state leggendo?
Vi è mai successo di pensare ad un libro sorridendo e di sentirvi incredibilmente tristi quando vi rendete conto di essere arrivati alla parola “epilogo” nelle ultime pagine?
Ecco, questo è quello che è successo a me nelle 176 pagine di Serena Versari.

“Born to love us” racconta la storia di Swamy, una ragazza alla soglia dei trent’anni dalla vita pressoché perfetta: vive a Chicago, ha un fidanzato che la ama, una carriera affermata e lavora nello studio legale dei suoi genitori, uno dei più famosi della città.
Cosa potrebbe chiedere di più? Apparentemente nulla.
Swamy ha tutto… E niente che la renda davvero felice.
Ha tante certezze ma non sente più il battito del suo cuore, ha una vita organizzata, un equilibrio saldamente costruito negli anni ma non sente la passione per quello che fa, né l’entusiasmo di affrontare una nuova giornata.
Swamy sa di avere tutto sotto controllo, è perfettamente padrona del suo mondo… Ma non si sente.
La consapevolezza di tutto questo arriva con la forza di uno tsunami, improvvisamente e senza aver modo di fermarla il giorno in cui la sua madre scompare prematuramente.
Da quel giorno ha inizio per Swamy un periodo di profonda riflessione, un periodo in cui la sua anima e il suo cuore urlano violentemente contro la sua radicata razionalità e torna, dopo tanto tempo, ad ascoltarsi.
Spronata dal nonno, in un giorno di grande disperazione, Swamy decide di allontanarsi per un po’ da Chicago e di tornare a Whitefish, il luogo che racchiude i ricordi più felici e spensierati della sua giovinezza.
Swamy però ha paura. Una paura tremenda di scontrarsi con la realtà, di rimanere sola col rumore dei suoi pensieri ed ha il terrore di incontrare lui, Travis, l’unico uomo che le ha rubato il cuore e strappato l’anima legandola indissolubilmente alla sua… L’unico uomo che, dieci anni fa, le ha regalato la felicità.
La nostra protagonista capirà presto che nessuna paura era mai stata più fondata, l’incontro con Travis non tarda ad arrivare e, come immaginava, si lascia alle spalle uno strascico infinito di emozioni, di rimpianti, di domande e di lunghi e dolorosi sospiri.
L’abbraccio di Travis é stato sufficiente a farle battere il cuore, così forte da farle male e ad annientare tutte le barriere.
Il suo profumo è bastato a scatenare in lei un desiderio, una passione che temeva che non avrebbe provato mai più ed i suoi occhi sono riusciti, in un attimo, a scavarle l’anima.
Swamy è sola con le sue emozioni e ogni tanto guarda il cielo per trovare la forza di prendere quella decisione che da quando è arrivata nel Montana le martella in testa: tornare a vivere lì, tra le sue montagne e accanto al suo unico vero grande amore.
Non sarà facile, lei lo sa, è passato tanto tempo da quando ha vissuto con Travis quell’amore che le ha cambiato la vita. Lui è diventato un uomo e lei dieci anni prima lo ha abbandonato senza una spiegazione, lasciandolo solo ad affrontare il dolore della sua assenza.
Nonostante tutto Swamy decide di provarci e di ascoltare il suo cuore, di essere lei a decidere della sua vita e di farlo per sempre da quel momento in avanti.

La storia di una donna in rinascita e di un amore immenso, lasciato in letargo per troppo tempo, indissolubile nonostante la distanza e il silenzio.
Un romanzo estremamente romantico, di una sincerità dolorosa in alcuni passaggi raccontato dalla penna, forse “fatata”, di Serena.
Uno stile pulito e scorrevole, un libro dal ritmo sostenuto ma mai eccessivo, un linguaggio descrittivo che aiuta a perdersi nell’immensità del lago e nella sontuosità delle montagne.

Una lettura pura.

…Perché se ci sono persone nate per amarsi, ci sono libri nati per essere letti.


lunedì 19 ottobre 2015

Life Coach

Ci sono momenti nella vita, in cui siamo chiamati a seguire un percorso.
Improvvisamente, spunta una vocina dentro di noi, che giorno dopo giorno, ci spinge verso quella direzione.
All’inizio è solo un timido sussurro, ma con il passare del tempo, diventa sempre più forte.
Allora decidi di ascoltarlo e di aprire il tuo cuore, perché sai che quella vocina, ti sta indicando la strada giusta da seguire.
Non c’è cosa più bella del riuscire a far tornare il sorriso, sulle labbra delle persone che incrociamo, lungo il nostro meraviglioso viaggio chiamato vita, e questo, è quello che voglio fare.

"Quel che faccio è aiutare le persone a sviluppare la convinzione di essere persone splendide, perché quando cominciate a crederlo, cominciate anche a comportarvi di conseguenza: è allora che iniziate a raccogliere fantastici risultati."

Richard Bandler





lunedì 12 ottobre 2015

Presentazione BORN TO LOVE US a Tredozio

Qualche scatto della presentazione di sabato sera a Tredozio. Ringrazio tutte le persone che sono venute e che hanno reso la serata meravigliosa.


mercoledì 7 ottobre 2015

Recensione L'ARPEGGIO DEL CUORE


Ogni volta che leggo una recensione di Viviana del blog DAYDREAMING REVIEWS mi vengono i brividi e il mio cuore accelera i battiti.
Grazie di cuore Viviana, hai scritto delle parole splendide.


Certe volte per riprendere in mano la nostra vita occorre arrivare al punto di massima tensione. Bisogna conoscere il dolore, la sofferenza per capire cosa manca nella nostra esistenza. La devastazione che vive la protagonista di questa storia, ormai schiava di una relazione da troppo tempo trascinata inutilmente ne è un esempio esplicativo. Sally vive da anni chiusa nel suo bozzolo di solitudine in un matrimonio lucidato ad arte per poter apparire all’esterno come il più splendido coronamento del vero amore ma che al suo interno nasconde la tenebra di un rapporto che non solo non funziona più ma che soffoca e stritola l’animo di una donna ancora giovane che per anni ha dato tutta se stessa pur di rappresentare l’icona della brava mogliettina. Messa la propria vita in stand by ha aspettato che qualcosa cambiasse da solo, incapace di prendere lei le proprie decisioni, incapace di ribellarsi, incapace di tagliare le catene che la stringevano stretta. Ma poi il destino a volte viene in nostro aiuto e ci dà quella spinta per osare quel tanto da ritrovarci ad un soffio dalla libertà. E così Sally trova nell’account del pc di suo marito Alan le prove inconfutabili di un tradimento. Ovvio che quando si passa tutto quel tempo a soffocare il proprio io in ragione di un obiettivo ritenuto più importante e ci si rende conto che poi questo altro non era che un castello di carte senza alcun fondamento, il peso del suo tracollo ha l’effetto di una piramide di detriti in cemento armato.
Sacrifici inutili, sofferenze incomprese, tempo sprecato e un amore distrutto. Ecco quello che le resta.
Ma quando si è toccato il fondo, quando il buio ha invaso completamente il nostro campo visivo, quando il vuoto ha colmato il nostro animo sofferente è difficile credere di poter ritornare alla luce, di poter risentire di nuovo il caldo abbraccio del Sole oltre le coltri di spesse nebbie che ci hanno avvolto per un lungo tempo. La cosa buona è che non ci sono molte alternative. O ci diamo una spinta e affrontiamo quello che per noi è diventato l’ignoto oppure ci limitiamo a ristagnare in una condizione di dormiveglia, lasciando che la vita ci scorra davanti senza davvero viverla.

«Vai e riprenditi la tua vita» sono le sue ultime parole, prima di sfrecciare sull’ asfalto bagnato.
Conosciamo Roy, secondo protagonista di questa storia. Un elemento fondamentale in quel duro percorso di Sally verso la rinascita. Il loro incontro stesso viene ad avere un’importanza catartica. Come se il suo amato e perduto padre avesse voluto mettere Sally sulla strada giusta della felicità, conducendola come un pifferaio magico verso l’origine di quel suono armonico, tra i due nasce istintivamente un legame che ha del magico.

Davvero insolito, ma come si dice, il destino mette sulla nostra strada le persone di cui abbiamo bisogno.

Imbattersi in Roy è come sentire il consistente spessore di una corda lanciata nel pozzo scuro affinché si possa riuscire ad uscirne. Il suo animo dolce, la sua passione per la musica, il suo riuscire a leggerle negli occhi la sofferenza e il dolore che si annidano nel suo cuore, la aiutano a rialzarsi, aggrappata a quella speranza che non è tutto finito per lei.
Ma qui comincia una seconda lotta, una sorta di guerra fredda tra la riscoperta di emozioni ormai sopite da troppo tempo, l’estasiante e destabilizzante attrazione verso un ragazzo molto più giovane di lei e la paura di ritrovarsi ancora una volta intrappolata in una relazione sbagliata.
Eppure Sally si rende conto che qualcosa di particolare e impossibile da negare la lega a quell’uomo.
Grazie al doppio POV abbiamo la possibilità di conoscere anche il profondo animo del ragazzo. Un venticinquenne con un passato duro alle spalle e un presente ancora difficile da affrontare. Roy non è il classico ventenne scapestrato e senza preoccupazioni, la vita gli ha riservato un insegnamento spiacevole e da apprendere subito.
Abituato però a condividere con le donne pochi e fugaci attimi di piacere, l’incontro con una donna come Sally lo destabilizza, rendendolo seriamente interessato e indissolubilmente legato a lei. Quel dolore che percepisce nel suo sguardo lo attira, forse perché è lo stesso che ha visto negli occhi della madre, una donna che ha sofferto e non sempre è ancora in grado di reagire.
L’attrazione che lo spinge verso di lei è come una calamita a cui non riesce a resistere, nonostante la differenza di età, nonostante lei sembri volerlo tenere lontano, nonostante la complicata situazione sentimentale dal quale questa donna è appena uscita, e forse neanche del tutto.

Ricordo di aver letto una volta su un libro, che l’attrazione fra un uomo e una donna è un meccanismo talmente potente che ha la capacità di creare un legame tra due persone che si sono conosciute anche solo da qualche minuto. Le cosiddette “anime calamite”, la prima volta che s’incontrano, non si conoscono ma si riconoscono.

Sally, abituata a razionalizzare tutto, a ponderare, a valutare ogni singola decisione, a far prevalere sempre la ragione sul cuore, si trova disorientata davanti a quelle emozioni che la fanno sentire così leggera, così giovane, come se potesse per un attimo tornare indietro nel tempo e riprendersi, con l’aiuto di Roy, i suoi anni migliori. Ma la realtà è che non si può tornare indietro e la paura di correre troppo e lasciare che una decisione avventata e sbagliata possa rivelarsi un ulteriore e imperdonabile errore, la blocca, impedendole di lasciarsi andare completamente.
A complicare le cose, donandoci un magnifico accenno di suspense, Alan sembra non volersi arrendere al fatto che la sottomessa, calma e diligente ex mogliettina si sia ripresa dalla fine del loro matrimonio. Ritornando in scena prima con tiepidi tentativi di riprendersi quello che lui ancora considera “sua proprietà”, i continui rifiuti di Sally lo rendono sempre più invadente e preoccupante.
Nel frattempo Roy ci apre le porte della sua modesta famiglia. Una madre che alterna momenti sereni ad altri in cui il buio si impossessa di lei, portandola a commettere atti sconsiderati. Il ragazzo deve mostrare una forza e un coraggio nel prendere e affrontare responsabilità che non appartengono propriamente alla sua età ma che non lasciano scelta e a cui deve per forza adattarsi. Non si può permettere il lusso di girare le spalle e godersi i suoi anni migliori. Prende quello che viene, affronta il problema e va avanti, come ogni giorno. Insomma anche per lui la vita non è facile e dimostrarlo a Sally può essere il solo modo per convincerla che di lui si può fidare. Perché il dolore fa crescere, spazzando via come una raffica di vento freddo l’ingenuità della fanciullezza e lasciando al suo posto il peso della realtà nuda e cruda.
Ma proprio quando la mente  di Sally sta per cedere sul cuore, lasciando che la bellezza di questo nuovo e così benefico amore le permetta di essere finalmente felice un evento inaspettato, desiderato e temuto allo stesso tempo rimette in discussione tutto.
Se è difficile risalire dal fondo di un pozzo buio, tanto doloroso è anche cadere dal piedistallo in cui ti può portare la felicità.
Decisione mai fu così difficile come quella di privarsi volontariamente di ciò che in poco tempo è diventata la cosa più bella che le sia capitata in così tanti anni, Sally dice addio al suo Roy, spezzandogli il cuore e trascinandolo con se in un vortice di straziante sofferenza.

Per la prima volta nella mia vita l’amore mi ha preso per mano e mi ha trascinato per un breve periodo lungo i sentieri della felicità. Ma poi ha lasciato la mia mano di colpo, facendomi sprofondare in tormentati abissi.
Se amare vuol dire davvero saper lasciare andare, Sally ama davvero Roy, peccato che lui questo non possa capirlo.

Le lacrime hanno velato i nostri occhi, offuscando le parole scritte e stringendo un nodo scorsoio intorno alla nostra gola.
“Non è giusto”, ho sentito urlare una vocina nel mio cuore.

Come se non bastasse veniamo sopraffatti da una nuova emergenza, un nuovo attacco al nostro già instabile stato emotivo. L’ansia, la tensione, la rabbia, il dolore, la sofferenza, sensazioni che si aggrovigliano chiassose e disordinate nel nostro animo in un susseguirsi sfrenato di scene fino alla fine, quando tutto si placa di colpo, quando tiriamo un mezzo sospiro di sollievo.  Possiamo riaprire gli occhi del cuore e permetterci di riassaporare il debole ma presente calore della speranza. Perché se si decide di esser padroni della propria vita, se non si lascia che siano gli altri a stabilire le condizioni e i limiti della nostra felicità, nulla è impossibile.

Ammetto che quando ho iniziato a leggere questo libro ero preparata ad affrontare emozioni intense, che ti spingono con forza a riesaminare la propria vita. Anche questa volta Serena Versari non si è trattenuta dal girare il coltello nella piaga che alberga nel nostro più nascosto inconscio, obbligandoci a rimescolare le carte con cui giochiamo la difficile avventura della nostra vita. Le sue delicate ma affilate stilettate che con mira infallibile colpiscono i nostri cuori, mi hanno lasciato di nuovo senza parole, con un enorme bagaglio di riflessioni e con un’incommensurabile speranza. Perché non bisogna mai arrendersi e precludersi la via della felicità. Ogni incontro, persino i più terribili eventi possono portare con se nuove esperienze, fresche occasioni di rivendicare una vita magari troppo statica, triste, banale e se non anche dura e tormentata.


martedì 6 ottobre 2015

Presentazione BORN TO LOVE US

Il 10 ottobre, in occasione della rassegna AUTORITINERA presso Tredozio, si terrà la presentazione di BORN TO LOVE US e di SEI PARTE DI ME della mia amica e collega Giulia Borgato.
Siete tutti invitati!



mercoledì 9 settembre 2015

Recensione sul blog LA BIBLIOTECA DEL LIBRAIO

Ringrazio Dolci per questa bella recensione di BORN TO LOVE US.




«Non sempre la cosa giusta da fare è quella che ci rende felici.»

Avevo già avuto modo di leggere ed apprezzare questa autrice in altri suoi romanzi. Anche questo, ben scritto e con uno  stile semplice che si legge velocemente, mi è molto piaciuto.
La storia è abbastanza originale seppur con qualche cliché ma non per questo noiosa, anzi mi ha fatto trascorrere delle piacevoli ore di lettura e mi ha anche emozionato in alcuni punti. Perfino arrabbiare!
I personaggi sono affascinanti, le loro emozioni e i loro sentimenti sono davvero ben sviluppati, soprattutto grazie ai POV con cui è presentata la storia, che ce li fanno conoscere fino in fondo.
La protagonista femminile, Swamy, sembra avere una vita perfetta, il lavoro perfetto e il fidanzato perfetto... ma come spesso accade non è così. Con la morte della madre si ritrova a riflettere sulla sua vita e inizia a capire che non era poi così eccellente come pensava fino a quel momento.

«In tutti questi anni mi sono aggrappata a bricioli di speranza, perché ero convinta che stavo facendo la cosa giusta, e mi rendo conto, di aver vissuto nell’illusione che solo agendo in quel modo, sarei stata in pace con la mia coscienza.
Invece ho capito di aver affogato la mia anima in un mare di dolore e di errori, e ora, ho paura di non riuscire più a riemergere dalle acque torbide di questa situazione.»

Va a stare dal nonno, nel posto in cui è nato il suo primo ed indimenticabile amore. Rivedere Travis, l'uomo che è sempre stato nel suo cuore, la porterà a voler cambiare la propria vita per riuscire a viverla finalmente a modo suo.

«Non tutti hanno la capacità di regalarci questo tipo di emozioni, anzi, credo che nell’arco della nostra esistenza, sia un miracolo riuscire a trovare quell’unica persona che detiene questo meraviglioso potere.»

Una scelta coraggiosa che la porterà a soffrire ancora, e molto, per riuscire a vivere finalmente la sua relazione con Travis. Anche lui ancora non ha dimenticato il suo primo amore, ma...

«Devo accettare la situazione e guardare avanti, ma sono certa che il sentimento che mi lega a Travis resisterà per sempre al tempo, perché le nostre anime si sono fuse il giorno in cui i nostri sguardi si sono intrecciati e l’unica cosa che posso fare, è conservare per sempre i magnifici istanti che la vita mi ha concesso di trascorrere insieme a lui.»

Questo libro parla di amore, di destino, di coraggio e di apparente felicità, quella che crediamo di avere perché ci accontentiamo della tranquillità della situazione in cui viviamo.

«Spesso ci accontentiamo di vivere con una persona che ci tratta bene, che non ci fa mancare nulla e siamo convinti che più di quello non possiamo sperare poi, un giorno, se siamo fortunati, incontriamo quell’unica persona che è veramente capace di rapirci l’anima. L’intrappola con un semplice sguardo e capisci che niente potrà mai separarti da lei, qualsiasi cosa accada, la cercherai attimo dopo attimo, perché è l’unica che veramente ti completa, l’unica capace di tingere le tue giornate con i colori dell’arcobaleno, l’unica che ti faccia sentire veramente viva.»



Fresco, commovente, romantico, divertente e tenero. Un romanzo sicuramente da leggere!!!


mercoledì 12 agosto 2015

Recensione sul blog DAYDREAMING

Ringrazio Viviana per questa meravigliosa recensione di BORN TO LOVE US


Born to love us … e il titolo già dice tutto! Un romanzo che sembra creato come omaggio alla potenza del destino. Protagonista indiscusso che riesce, attraverso coincidenze, eventi sconvolgenti e scelte inconsce a disegnare il suo volere. Perché ognuno di noi possiede un libero arbitrio ma quando il fato decide di metterci lo zampino, a poco può la nostra volontà di prendere strade diverse.

La protagonista femminile, Swamy è un giovane avvocato nello studio dei genitori. Una vita di successo in una grande metropoli, un fidanzato che le vuole bene e una stabilità economica che le garantisce tranquillità. Ma quella che per lei sembra essere l’unico stile di vita possibile viene bruscamente messo in dubbio dalle parole della madre che, in punto di morte, le apre il suo cuore, convincendola a riflettere bene sul suo futuro. Che già la morte di un genitore porti con se lo stravolgimento della propria esistenza, questo è fuori discussione. Ma quando questo viene accompagnato da parole forti, che si imprimono a fuoco sulla nostra mente, rimescolando ogni singola certezza che negli anni ci siamo create, inevitabilmente ci rendiamo conto di esser finite nell’occhio di un ciclone senza aver la minima idea di dove verremo sbalzate una volta che questo avrà cessato il suo impeto.

 La vita è un dono meraviglioso, ogni giorno è unico e prezioso, quindi non sprecarla a riconcorrere obiettivi che non senti tuoi perché, non sempre la cosa giusta da fare è quella che ci rende felici.

E Swamy non può rimanere impassibile di fronte a parole così toccanti, alla richiesta di sua madre, nel suo ultimo desiderio, di scegliere bene la sua strada, anche a costo di rimettere in gioco tutto, pur di lottare per la propria felicità. Già, la felicità, quello status che molti di noi scambiano con tranquillità, stabilità, ordinaria esistenza priva di particolari eventi sconvolgenti.
Ma sono davvero queste le cose che ci garantiscono la felicità?
Swamy deve riflettere perché da troppi anni ha messo da parte il suo volere per lasciar che fosse il dovere a guidare le sue scelte. Un lavoro che le è stato cucito addosso in quanto figlia di due avvocati. Un fidanzato avvocato, che le vuole bene, ma che non le offre proprio tutto quello di cui ha bisogno. Ma quand’è stata l’ultima volta che Swamy si è chiesta di cosa ha bisogno?
Così, rimasta orfana di madre, custodendo il suo ultimo volere, decide di recarsi nell’ultimo posto dove, dieci anni fa si è sentita per l’ultima volta davvero felice.
E’ arrivato il tempo di prendere una pausa, di fermarsi e riflettere. Ma del tutto impreparata a ciò che l’aspetta in Montana, a casa del nonno Jack, Swamy viene catapultata indietro nel tempo, rivedendo il ragazzo che primo e unico aveva svegliato in lei la passione, l’amore e la vera e più alta forma di felicità. Rivedere Travis e riprovare per lui ogni singolo brandello di quell’amore che li aveva legati la destabilizza, la confonde ancora di più. Averlo abbandonato, anni prima per cedere al “programma carriera” e abbandonare il suo sogno per realizzare quello dei suoi genitori, ora le appare davvero un grosso sbaglio. Travis è lì, dal canto suo, bello come un tempo, dolce come allora e ancora follemente innamorato di lei.
E se è vero che sono nati per amarsi, se davvero il loro destino li ha fatti conoscere affinché le loro vite si unissero per sempre, è giusto continuare a lottare contro qualcosa scritto nelle più misteriose leggi del fato? La fiamma che sembrava sopita in quel lungo periodo di lontananza si riaccende con fervore e passione, trascinandoli in uno strano gioco di avvicinamento e allontanamento. Swamy è consapevole che mollare tutto per ricominciare da capo vorrebbe dire deludere tante persone. In primo luogo Mathias, il suo fidanzato, e non ultimo il padre.
Sarebbe molto più facile continuare a chiudere gli occhi, tenere la testa bassa e tornare alla sua vecchia vita, quella che conosce, quella che le garantisce solidità e tranquillità.
Forse è troppo tardi per rimettere tutto in gioco, per riprendere in mano il suo sogno.

Personaggio fondamentale a parer mio è il nonno Jack. Un uomo che tutti vorremmo come nonno. Un esemplare di saggezza e perspicacia che, come a suo tempo cercò di convincere sua figlia, ora spinge la nipote a non temere, a non nascondersi e a lottare per riprendersi la propria vita.

Ho sempre sostenuto che sia meglio vivere di rimorsi che di rimpianti. Nessuno ti può dire che la decisione che stai prendendo in questo momento sia quella corretta, questo solo il tempo te lo dirà. Ma se ti sembra che quello che hai fatto fino a ora non ti appartenga più, è giusto che tu tenti altre strade.

L’utilizzo del doppio POV ci permette di conoscere anche il punto di vista di Travis. Anche per lui quei lunghi anni di lontananza hanno fatto sì che la sua vita prendesse nuove strade. Ma il suo cuore non ha mai smesso di amare Swamy e rivederla riaccende la speranza, l’ardore e un senso impareggiabile di completezza. L’istinto lo porta a riavvicinarsi a lei, a riconquistarla, nonostante anche lui ora sia legato ad un’altra persona.
Sembrerebbe tutto troppo semplice dopotutto. Due persone che non si sono mai dimenticate l’uno dell’altra si rincontrano e decidono di ripartire da dove si erano lasciati.
E infatti non è così semplice. Le loro scelte, soprattutto quelle di Swamy, li hanno portati inevitabilmente a legarsi a delle responsabilità. Responsabilità che in alcuni casi diventano dei veri e propri impedimenti.
Ogni singola azione ha una reazione che si riflette di conseguenza, creando altre strade, altre scelte da cui non sempre si può tornare indietro.

In tutti questi anni mi sono aggrappata a bricioli di speranza, perché ero convinta che stavo facendo la cosa giusta, e mi rendo conto, di aver vissuto nell’illusione che solo agendo in quel modo, sarei stata in pace con la mia coscienza.
Invece ho capito di aver affogato la mia anima in un mare di dolore e di errori, e ora, ho paura di non riuscire più a riemergere dalle acque torbide di questa situazione.

 Così quando sembra che a conti fatti, sia troppo tardi per correre ai ripari, il destino mette in tavola le sue ultime carte. Questa volta sono i due protagonisti però, a doversele giocare bene.

Con uno stile di scrittura chiaro, lineare, sciolto e armonioso, la Versari ha saputo regalarci un insieme dinamico di emozioni. Da ammirare anche la delicatezza con cui ha descritto le scene di sesso, assolutamente prive di volgarità ma al contrario intriganti e seducenti.
Una storia che obbliga a riflettere, a porsi delle domande. Un libro che ho sentito particolarmente invadere il mio più nascosto inconscio chinando la mia mente reticente di fronte a domande scomode. Perché in tanti possiamo dire di esserci sentiti almeno una volta nei panni di Swamy. Indecise se vivere cercando la felicità o sopravvivere trovando solo la comodità di un futuro stabile ma assolutamente privo di passione. Al di là della dolcissima storia d’amore, ben più significativo è il messaggio che ne ricaviamo. Forse inseguire la felicità non sempre ci porta a fare le scelte giuste ma di sicuro ci permette di sentirci padroni della nostra vita. Se a guidarci è stato il nostro cuore, non saranno mai sbagli quelli che otterremo, solo esperienze.
E’ vero che spesso per farci aprire gli occhi servono eventi destabilizzanti, che abbiano la forza di far tremare le fondamenta di quella vita che ci siamo creati, ma a volte basta anche leggere un libro, come questo, per far nascere il dubbio e fermarci a riflettere.
Magari non è troppo tardi per poter dire anche noi:


 «Mamma, ho seguito il tuo consiglio, ho scelto di essere felice»


giovedì 6 agosto 2015

Recensione sul blog HAREM'S GROUP

Ringrazio Carlotta per questa bellissima recensione di BORN TO LOVE US



Non è il primo romanzo che leggo di Serena Versari e non sarà nemmeno l'ultimo!
La storia di Swamy è la storia di molte donne che, invece di vivere, sopravvivono. La protagonista aveva tutto ciò che una donna poteva desiderare: un uomo con un'ottima posizione e perfettamente ambientato in famiglia, un lavoro che credeva di amare e un futuro assicurato nello studio di famiglia. Burn to love us è la crescita personale e spirituale di Swamy, è la ricerca della felicità, è l'espressione del proprio "io" finalmente libero da qualsiasi vincolo sociale.
madre in punto di morte le farà una rivelazione che la farà riflettere sulla vita che ha costruito, una vita che non le appartiene più ormai; un incontro, tanto inaspettato quando desiderato, stravolgerà la sua routine portandola a rimettere ogni cosa in discussione. Se aggiungerete a tutto questo un nonno riflessivo e propositivo, un ambientazione magnifica e il fidanzatino giovanile, otterrete il mix perfetto.
Con Travis risveglierà la sua vera natura: tra mille dubbi e sensazioni contrastanti Swamy dovrà cercare di capire davvero cosa vuole e chi vuole essere.
La lettura dà al lettore parecchi spunti di riflessione, lo porta a farsi le stesse domande della protagonista. Sono davvero chi voglio essere o sto recitando una parte che non mi si addice? Leggetelo, meditate e datevi una risposta! L'autrice ci aveva già abituati a tematiche simili con L'arpeggio del cuore: a ben vedere usa il romance per veicolare messaggi più profondi e, a mio avviso, lo fa con garbo, senza l'inserimento di alcun moralismo.
L'ambientazione e il carisma del nonno hanno un non so che di ascetico, si respira un'atmosfera trascendentale e meditativa che ammalia e incuriosisce. Sarà vero? Il magnetismo è potente e il lettore ricerca spiegazioni plausibili, ma non ce ne sono. Il contorno che Serena Versari ha saputo maestralmente creare è affascinante proprio per questa sua aurea immateriale. In sintesi: a tratti è molto zen!
La trama è ben sviluppata: nulla viene lasciato al caso, nulla è perso per strada, nulla è inserito senza motivo. Le vicende si incastrano perfettamente, i diversi filoni narrativi sono riuniti al momento giusto donando alla trama movimento. Non è un testo pieno, confusionario o approssimativo perchè Serena ha il dono della misura: è una scrittrice che sa osare ma non eccede, sperimenta ma mai in modo goffo o grottesco.
Unica nota dolente è la forma che talvolta risulta troppo piena e a tratti il periodare è poco fluido. In realtà questo modo di narrare è proprio dell'autrice quindi non lo snaturerei, interverrei solo sfoltendo le parti di maggior pathos rendendole più chiare e incisive, meno dispersive e meno ricche di congiunzioni esplicative.

VALUTAZIONE FORMA

4 girasoli

VALUTAZIONE CONTENUTO

5 girasoli


martedì 7 luglio 2015

Nuovi percorsi

Ho sempre sostenuto che una delle cose più belle della vita, è la possibilità di imparare sempre nuove cose, di intraprendere sempre nuovi percorsi. Ho cominciato un nuovo viaggio davvero entusiasmante. Sono solo all'inizio, ma sono certa che mi porterà lontano.
Questo è il primo passo!


 

domenica 21 giugno 2015

Commenta e Vinci

Tramite questo evento avrete la possibilità di vincere una copia cartacea de “L’Arpeggio del Cuore” o di “Born to love us”



Per partecipare collegatevi a questo link e cliccate “Parteciperò”


Regolamento:

- Lasciate un commento su Amazon per l’Arpeggio del Cuore e parteciperete all'estrazione del cartaceo di Born to love us e viceversa.


- Ricordatevi di postarlo anche all'interno dell'evento in modo che io possa assegnarvi un numero progressivo

- Condividete l’evento sulle vostre bacheche

- Lasciate un “mi piace” alla pagina qui di seguito



L’evento scade il 12/07/15 e l’estrazione avverrà il 13/07/15

sabato 20 giugno 2015

Estratti BORN TO LOVE US

Buongiorno, oggi lascio qualche immagine che racchiude alcuni estratti di BORN TO LOVE US.





martedì 2 giugno 2015

DIRETTIVA CE IN MATERIA DI COOKIE

DIRETTIVA CE IN MATERIA DI COOKIE
La presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie.

Il Garante della Privacy ha recepito una direttiva europea che impone agli amministratori delle pagine web di mostrare ai visitatori un banner che li informi di quale sia lo politica dei cookie del sito che stanno consultando e di subordinare la sua accettazione al proseguimento della navigazione.

INFORMATIVA SUI COOKIE

Cosa sono i cookie? (dal sito del Garante)

I cookie sono informazioni immesse sul tuo browser quando visiti un sito web o utilizzi un social network con il tuo pc, smartphone o tablet.

Ogni cookie contiene diversi dati come, ad esempio, il nome del server da cui proviene, un identificatore numerico, ecc..

I cookie possono rimanere nel sistema per la durata di una sessione (cioè fino a che non si chiude il browser utilizzato per la navigazione sul web) o per lunghi periodi e possono contenere un codice identificativo unico.


A cosa servono i cookie?

Alcuni cookie sono usati per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni specifiche sugli utenti che accedono ad una pagina web.

Questi cookie, cosiddetti tecnici, sono spesso utili, perché possono rendere più veloce e rapida la navigazione e fruizione del web, perché ad esempio intervengono a facilitare alcune procedure quando fai acquisti online, quando ti autentichi ad aree ad accesso riservato o quando un sito web riconosce in automatico la lingua che utilizzi di solito.

Una particolare tipologia di cookie, detti analytics, sono poi utilizzati dai gestori dei siti web per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso, e quindi elaborare statistiche generali sul servizio e sul suo utilizzo.

Altri cookie possono invece essere utilizzati per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti e abitudini di consultazione del web o di consumo (cosa comprano, cosa leggono, ecc.), anche allo scopo di inviare pubblicità di servizi mirati e personalizzati (c.d. Behavioural Advertising). Parliamo in questo caso di cookie di profilazione.

Può accadere anche che una pagina web contenga cookie provenienti da altri siti e contenuti in vari elementi ospitati sulla pagina stessaParliamo, in questi casi, dei cosiddetti cookie terze parti, che di solito sono utilizzati a fini di profilazione.

Così i cookie che scarichi su pc, smartphone e tablet possono essere letti anche da altri soggetti, diversi da quelli che gestiscono le pagine web che visiti.


I cookie e la privacy

Considerata la particolare invasività che i cookie di profilazione (soprattutto quelli terze parti) possono avere nell'ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevedono che l'utente debba essere adeguatamente informato sull'uso degli stessi ed esprimere il proprio valido consenso all'inserimento dei cookie sul suo terminale.

In particolare, con il provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie" dell'8 maggio 2014 [doc web n. 3118884] il Garante per la protezione dei dati personali ha stabilito che  quando si accede alla home page o ad un'altra pagina di un sito web che usa cookie per finalità di profilazione e marketing deve immediatamente comparire un banner ben visibile, in cui sia indicato chiaramente:

1) che il sito utilizza cookie di profilazione per inviare messaggi pubblicitari mirati;

2) che il sito consente anche l'invio di cookie di "terze parti", in caso di utilizzo di questo tipo di cookie,ossia di cookie installati da un sito diverso tramite il sito che si sta visitando;

3) un link a una informativa più ampia, con le  indicazioni sull'uso dei cookie inviati dal sito, dove è possibile negare il consenso alla loro installazione direttamente  o collegandosi ai vari siti nel caso dei cookie di "terze parti";

4) l'indicazione che proseguendo nella navigazione (ad es., accedendo ad un'altra area del sito o selezionando un'immagine o un link)  si presta il consenso all'uso dei cookie. (… dal sito del Garante)



TIPOLOGIE DI COOKIE UTILIZZATI DAL SITO

Cliccando su OK nel banner di accesso attiverete un cookie che ha una durata temporale limitata ma estesa nel tempo, per cui la sua accettazione da parte vostra dell’uso che il sito fa dei cookie perdurerà nel tempo a meno che non eliminiate il cookie manualmente seguendo le linee guida del vostro browser. 
Alcuni cookie hanno la funzione di consentirle di sfogliare il sito web e di vedere immagini o video. Altri servono a dare un'idea delle esperienze dell’utente nel corso della visita. Per ulteriori informazioni si rimanda a Cookie Central.

Tuttavia il sito e il suo amministratore non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti, quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti così come le opzioni per disattivare la raccolta di queste informazioni. L'amministratore di questo sito non può quindi controllare le attività degli inserzionisti di questo blog. È comunque possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.

A seguire i vari tipi di cookie utilizzati dal sito in funzione delle finalità d’uso.

- Cookie Tecnici. Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: persistenti e di sessione. Persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata (a brevissimo termine). Di sessioni: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito).

- Cookie analitici. I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Il Sito userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti.

- Cookie di analisi di servizi di terze parti. Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito.

- Cookie per integrare prodotti e funzioni di software di terze parti. Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito. Il Sito, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti.

Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità:
Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito.
Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti
Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito.

- Siti Web e servizi di terze parti. Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da Un lettore è un gran sognatore che quindi non risponde di questi siti.

- Mailing List o Newsletter. Con la registrazione alla mailing list o alla newsletter, l’indirizzo email dell’Utente viene automaticamente inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email contenenti informazioni, anche di natura commerciale e promozionale, relative a questa Applicazione. L'indirizzo email dell'Utente potrebbe anche essere aggiunto a questa lista come risultato della registrazione a questa Applicazione (o dopo aver effettuato un acquisto). Dati personali raccolti: Cognome, Cookie, Email e Nome. Per farlo, questo blog usa (Feedburner), per ulteriori informazioni si rimanda alla Privacy Policy  di Google.

- Modulo dei commenti. VOSTRO BLOG è ospite sulla la piattaforma XY (Blogger)  che permette di commentare solo ad utenti iscritti su siti di terzi, eccoli elencati con le rispettive privacy policy:


Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e i dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Blog, in particolare, NON ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista. In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003.

Siti terzi

Facebook. Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Facebook.
Twitter. Il pulsante Tweet e i widget sociali di Twitter sono servizi di interazione con il social network Twitter, forniti da Twitter, Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Twitter.
Goodreads. Il pulsante Goodreads e widget sociali di Goodreads sono servizi di interazione con la piattaforma Goodreads, forniti da Goodreads. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Goodreads.
 - Google Analytics. Usato per tracciare anonimamente i visitatori. Le informazioni raccolte sono utili per migliorare il sito. Sono raccolte in forma anonima. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Google Analytics.
Rafflecopter. Il pulsante Rafflecopter e widget sociali di Rafflecopter sono servizi di interazione con la piattaforma Rafflecopter, forniti da Rafflecopter. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Rafflecopter.
- Pinterest. Usato per la condivisione di immagini e contenuti  Privacy Policy  

Affiliazione commerciale 
Questi servizi consentono a questa Applicazione di esporre annunci di prodotti o servizi offerti da terze parti. Gli annunci possono essere visualizzati sia sotto forma di link pubblicitari che sotto forma di banner in varie forme grafiche. Il click sull’icona o sul banner pubblicato su questa Applicazione sono tracciati dai servizi terzi elencati di seguito e vengono condivisi con questa Applicazione. Per conoscere quali dati vengano raccolti si prega di far riferimento alle informative privacy di ciascun servizio.

Amazon Affiliation 
Amazon Affiliation è un servizio di affiliazione commerciale fornito da Amazon.com Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Amazon. 

COME DISABILITARE I COOKIES
Può modificare le impostazioni del Suo browser in modo che i cookie siano cancellati o non vengano salvati nel Suo computer o dispositivo mobile senza il Suo consenso esplicito. La sezione Aiuto del Suo browser Le deve fornire informazioni sul modo di gestire le Sue impostazioni relative ai cookie. Qui può vedere come si fa con il Suo browser:

Per i dispositivi mobile:  
In caso di dispositivi diversi (per esempio, computer, smartphone, tablet, ecc.), l’utente dovrà assicurarsi che ciascun browser su ciascun dispositivo sia regolato per riflettere le proprie preferenze relative ai cookie



Questo sito rammenta che l’utente ha altre opzioni per  navigare senza cookie
Troverete qui spiegazioni per navigare in forma anonima come primo scudo per i cookie di profilazione  (dal sito del Garante)


Blocca i cookie di terze parti
I cookie di terze parti non sono generalmente indispensabili per navigare, quindi puoi rifiutarli per default, attraverso apposite funzioni del tuo browser.

Attiva l'opzione Do Not Track
L'opzione Do Not Track è presente nella maggior parte dei browser di ultima generazione. I siti web progettati in modo da rispettare questa opzione, quando viene attivata, dovrebbero automaticamente smettere di raccogliere alcuni tuoi dati di navigazione. Come detto, tuttavia, non tutti i siti web sono impostati in modo da rispettare questa opzione (discrezionale).

Attiva la modalità di "navigazione anonima"
Mediante questa funzione puoi navigare senza lasciare traccia nel browser dei dati di navigazione. I siti non si ricorderanno di te, le pagine che visiti non saranno memorizzate nella cronologia e i nuovi cookie saranno cancellati.

La funzione navigazione anonima non garantisce comunque l'anonimato su Internet, perché serve solo a non mantenere i dati di navigazione nel browser, mentre invece i tuoi dati di navigazione continueranno a restare disponibili ai gestori dei siti web e ai provider di connettività.

Elimina direttamente i cookie
Ci sono apposite funzioni per farlo in tutti i browser. Ricorda però che ad ogni collegamento ad Internet vengono scaricati nuovi cookie, per cui l'operazione di cancellazione andrebbe eseguita periodicamente. Volendo, alcuni browser offrono dei sistemi automatizzati per la cancellazione periodica dei cookie.

RESPONSABILITÁ
Il blog VOSTRO BLOG  è un sito gratuito che non ha pagine oscurate.
Non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001 e NON ha obbligo di essere registrato come prodotto editoriale secondo la legge 47 del 1948.
Dopo l'accettazione, la stringa informativa presente in altro non sarà più visibile per un periodo determinato.
Il blog VOSTRO BLOG fa uso, in alcuni casi, dei cookie.
L’uso dei cookie è prevalentemente legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema. Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l’utente personalmente, ma contengono informazioni generali riguardanti le impostazioni del computer, il tipo di browser, il sistema operativo, l'indirizzo IP, la data e l’orario della visita.
Inoltre VOSTRO SITO è un sito totalmente gratuito, non vi sono sezioni oscurate ai visitatori o a pagamento.
VOSTRO SITO non è responsabile per eventuali problemi o danni arrecati dai siti o dai programmi segnalati sul sito e dall'uso improprio delle informazioni qui riportate.
La seguente pagina dedicata alla Privacy/Policy potrebbe subire modifiche nel tempo e pertanto vi consigliamo di visitarla frequentemente dato che l'ultima modifica eseguita andrà a sostituire integralmente quella precedente. L'utilizzo del sito successivamente a eventuali modifiche apportate alla presente Policy, implica l'accettazione di tali cambiamenti.
Dal momento che l'installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all'interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento.
Vista l'oggettiva complessità legata all'identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l'Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all'utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito.
In caso di servizi erogati da terze parti, l'Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di opt-out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa. Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices. Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.
Siamo comunque disposti a cancellare eventuali contenuti che danneggiano terzi, contattaci in questo caso.
Per qualsiasi problema contattate l’admin
TITOLARE DEL BLOG:  Serena Versari
EMAIL: serenaversari@gmail.com