.

giovedì 4 dicembre 2014

Recensione su LA BIBLIOTECA SEGRETA

Ringrazio Nicoletta del blog LA BIBLIOTECA SEGRETA per questa recensione de L’ARPEGGIO DEL CUORE.
Confesso che mentre la leggevo avevo le palpitazioni.



Non possiamo raggiungere la meta finale senza aver osato,
senza aver vissuto con un pizzico di follia.
Non sono mai state compiute grandi cose usando solo la ragione, ma usando il cuore sì.”

Le seconde possibilità sono dure da affrontare.
Il secondo inizio può essere paragonabile ad una vera e propria scalata dell’Everest.
Molte persone accettano di vivere una vita fatta di insignificanti giorni in memoria di emozioni che ci sono state e non torneranno più, ma solo per paura di restare sole o di fare quel salto nel buio che potrebbe portare ad un futuro migliore.
Questo non accade alla protagonista della nostra storia, Sally, legata ad un uomo che non la ama ormai da anni e costretta a vivere in una casa troppo grande e vuota. Sposato con il suo lavoro, Alan, si è totalmente estraniato da una donna che invece ha fatto di lui, rinunciando ai suoi sogni, il centro del suo universo.
Dolore e malinconia sono le compagne quotidiane di Sally, che a trentacinque anni si sente spenta e demotivata.
Quando oramai crede di aver toccato il fondo e la disperazione sta per inghiottirla, ecco che come un angelo, un raggio di luce di speranza, incontra Roy, un ragazzo dolcissimo che la invoglia a non lasciarsi andare del tutto.
 Un colpo di fulmine, una passione travolgente e la paura che tutto possa finire sono un mix di sentimenti che spaventano Sally, ma ormai è una donna decisa a scrivere lei il diario della sua seconda vita.
Non è una semplice attrazione quella che lega questi due amanti. Sono sentimenti reali, emozioni vive che mi han fatto sognare fino alla fine della storia.
Roy è tutto quello che una donna vorrebbe. Premuroso e gentile, è la quintessenza dell’amore.
Ha avuto un passato difficile, ma la speranza alberga nel suo cuore.
La musica è stata la sua ancora, e il canto il suo urlo alla vita.
Molto più maturo della sua giovane età, è un ragazzo malinconico e solitario che preferisce una serata in compagnia della propria chitarra a una sbornia con amici.
Splendido il loro incontro al bar, un incrocio di sguardi capace di incendiare il più freddo degli animi.
È Sally la donna della sua vita.

“Se è quella che ti fa battere il cuore, se è la tua passione, la tua ossessione, se non riesci più a pensare a un minuto della tua vita lontano da lei, allora è quella giusta.
 La nostra esistenza è troppo breve e non deve essere sprecata.”

Scritto in maniera impeccabile, Serena Versari ha creato una storia d’amore vera. C’è la fanciulla in pericolo, il tenebroso principe e il bruto immancabile.
Di questo libro posso solo dire meraviglie.
Non mancherà il colpo di scena che mi ha fatto maledire a più lingue, ma il finale è uno spettacolo.


Nessun commento:

Posta un commento