.

venerdì 23 maggio 2014

Recensione a cura di Giulia delle Helas Maur

Ringrazio Giulia per la bellissima recensione rilasciata per l'Ordine del Triangolo Oscuro.



L’ordine del triangolo oscuro è il terzo romanzo dell’autrice ravennate Serena Versari, e si distacca dai precedenti per il genere. Angels e Il pozzo delle anime si potevano definire urban fantasy, nonostante i protagonisti non fossero i classici diciassettenni; L’ordine invece è un esoterico con una spruzzata di romance.
La Versari ci racconta la storia di Maya, una ragazzina di tredici anni che rischia la morte per mano di suo padre e che successivamente viene cresciuta in un convento da una zia che non sapeva neanche di avere.
Raggiunta la maggiore età va a lavorare in una cascina ad Arezzo e qui conosce Lucas, il figlio del proprietario, con cui nasce subito un’attrazione. Conosce anche Andrea, il migliore amico del ragazzo, che è uno studioso di esoterismo. Sarà proprio lui ad aiutare la protagonista nel percorso che la porterà a comprendere pienamente la portata del suo potere e a venire a capo del mistero che si cela nella sua vita.
Il padre di Maya infatti è ancora in agguato; scopriamo che è a capo di una setta, che è quella dà il titolo al romanzo, e che sfruttando il potere di Maya sta per mettere a rischio tutta l’umanità per scopi personali.
Questa parte della storia, che ci accompagna verso un finale apocalittico, è ambientata non a caso a Torino, città in cui convergono magia bianca e magia nera.
Non vi voglio rivelare il finale, vi anticipo solo che sarà uno scontro in piena regola tra Bene e Male.


Concludo confessando che adoro lo stile di Serena Versari, che è sempre curato ma mai ampolloso; credo che sia uno dei suoi punti di forza, così come il messaggio di speranza che ti resta dentro dopo aver letto ogni suo libro.



Estratto L'ORDINE DEL TRIANGOLO OSCURO

"Lucas, che si era già sbarazzato della maglietta, si avvicinò a
me e cominciò a sbottonarmi lentamente la camicetta. Me la
tolse delicatamente, facendo scivolare le mani lungo le mie
spalle e lasciandola cadere per terra. Le sue mani seguirono poi
la linea dei miei fianchi e si arrestarono sulle anche; in quel
momento mi attirò a sé con decisione e mi baciò
appassionatamente, prima sulle labbra poi sul collo, fino ad
arrivare al seno. Probabilmente in quel momento un tronco
sarebbe stato molto più malleabile di me.
«La tua pelle emana un odore inebriante», mi disse risalendo e
riprendendo a baciarmi le labbra.
Mi rendevo conto di essere completamente in balia delle
sensazioni che mi faceva provare: la testa mi girava fortissimo,
il cuore mi esplodeva nel petto, il mio corpo provava un forte
desiderio di lui"


martedì 20 maggio 2014

Recensione L'Ordine del Triangolo Oscuro a cura di Stefi

La giornata di oggi non potrebbe cominciare meglio di così!
Ringrazio di cuore Stefi del blog IL GIARDINO DELLE ROSE per aver letto, recensito e soprattutto apprezzato L'ORDINE DEL TRIANGOLO OSCURO



Come potevo non leggere il libro di Serena Versari visto che è ambientato nella mia amata Torino? 
Una città ricca di arte, cultura, ottimo cibo, ma anche una città insolita, misteriosa, oscura, magica, nelle sue vene pare scorrano  forze maligne perché, con Londra e San Francisco, fa parte del triangolo mondiale della magia nera e del satanismo, ma con Praga e Lione è anche uno dei vertici della magia bianca.
Maya è la protagonista di questa storia, una ragazzina di tredici anni che, suo malgrado, si ritrova invischiata nel mondo delle sette sataniche! 
Tutto ha inizio una notte, quando suo padre uccide la moglie e poi tenta di uccidere lei, ma inspiegabilmente Maya riesce a salvarsi; un grande potere si nasconde in lei, ma  deve essere celato a chi questo potere lo vorrebbe usare per scopi malvagi.
Quello di Maya è un cammino verso la consapevolezza di se e delle sue capacità, sarà accompagnata da altri compagni di viaggio che la aiuteranno, la sosterranno e le apriranno gli occhi ad un mondo che fino ad allora le era sconosciuto come l’amicizia e l’amore.
Il modo di scrivere dell’autrice è leggero e semplice, ma mai banale, tutto ci viene raccontato come attraverso un velo che lascia a malapena filtrare qualche scena inquietante e negativa, quindi è un libro che può essere letto da ragazzi anche più giovani che piano piano si possono così avvicinare ai vari generi che questo libro racchiude in se come il fantasy, l’horror, il thriller ed ovviamente il romance.
Ogni personaggio ha una sua caratteristica, è ben delineato anche psicologicamente ed ognuno ha un ruolo ben preciso e fondamentale per lo svolgimento della storia.

E’ un libro che vi consiglio assolutamente, vi catturerà fin dalle prime pagine e riuscirete a leggerlo tutto d’un fiato! continua a leggere sul blog IL GIARDINO DELLE ROSE


Ottimo 



giovedì 15 maggio 2014

Passioni

Amo scrivere, leggere, passeggiare nei boschi e...."scorazzare" per le colline tosco-romagnole in compagnia della mia moto.
Questa è la mia nuova compagna di avventure!




martedì 13 maggio 2014

Salone del Libro di Torino

Quest'anno sono finalmente riuscita ad andarci! Una bella esperienza, tanti libri e tanti incontri!










...arrivederci al prossimo anno!