.

venerdì 4 aprile 2014

Recensione L'ORDINE DEL TRIANGOLO OSCURO

Ringrazio Fantasy Readers per la recensione dell'Ordine del Triangolo Oscuro che riporto qui di seguito:

E’ con molto piacere che ho letto e mi accingo a recensire questo libro così particolare nell’ambito del panorama italiano. La parola “particolare” non è scelta a caso, infatti sono veramente pochi i romanzi che trattano in maniera fantasy un argomento come le sette sataniche che poi tanto fantasy non è.
L’autrice ne è pienamente consapevole e infatti, sceglie come location finale, la città di Torino, città conosciuta proprio per il suo “sapore” esoterico.
Ho molto apprezzato la lettura di questa favola dark, pervasa da un alone di oscurità che l’accompagna fino alla fine… ma all’oscurità fa da contraltare una luce così brillante da cancellare qualsiasi malevola rappresentazione di potere ed è proprio su questa eterna lotta tra il Bene e il Male che basa le fondamenta la trama del libro.
Il libro incanta fin dall’inizio con le sue atmosfere così lucidamente inquietanti, ti coinvolge dalla prima pagina ed è impossibile non leggerlo tutto d’un fiato, curiosi di scoprire come tutto l’intreccio si evolverà.

 Bene e Male

Non posso che apprezzare la particolare attenzione che l’autrice dà alla descrizione delle varie tematiche inerenti l’Ordine del Triangolo oscuro che altro non è che una setta satanica formata da uomini ben inseriti nel tessuto sociale della Torino perbene.
Vengono fornite molte informazioni interessanti e particolareggiate e si nota come la scrittrice si sia ampiamente documentata per poter dare un’adeguata spiegazione ad ogni singola azione e ad ogni anche più insignificante dettaglio.
Il fine ultimo dell’Ordine è apocalittico e ci vorrà tutto il coraggio dei nostri beniamini per fronteggiare il terribile pericolo che incombe sul genere umano.  Maya dovrà decidere cosa sia più importante – il suo destino o quello dell’umanità – e in un finale adrenalinico, illuminata da una luce benevola che sempre ha vegliato il suo cammino, infine deciderà.



Nessun commento:

Posta un commento