.

lunedì 22 dicembre 2014

Recensione MAKA sul blog LE TAZZINE DI YOKO

Ringrazio Valy del blog LE TAZZINE DI YOKO per questa stupenda recensione

Quattro tazzine e mezzo!
tazzinaUP_valytazzinaUP_valytazzinaUP_valytazzinaUP_valytazzinaMEZZA_valy


Leggendo il romanzo, ho capito cosa intende l’autrice con il titolo, perché in effetti il viaggio verso Maka può davvero definirsi “della speranza”. Ma facciamo un passo indietro.
Josephine, la protagonista del libro, è una ragazza semplice e tranquilla. Il lettore non se lo aspetterebbe mai, ma lei rischia la vita già dalle prime pagine. Josephine viene infatti colta di sorpresa da un terremoto mentre è a casa e resta intrappolata tra le macerie. Viene salvata da Jarod, un militare dal fascino misterioso e tenebroso con il quale lega subito.
Il terremoto che ha distrutto la casa di Josephine non è stato un fenomeno isolato: tsunami, trombe d’aria e catastrofi naturali di vario tipo stanno sconvolgendo l’equilibrio della Terra, seminando terrore e morti. Jarod, insieme al suo amico geofisico Liam, pensa che questi fenomeni atmosferici non siano del tutto naturali e che siano stati causati dall’uomo.
I due, impegnati a fuggire con Josephine dai vari disastri e a restare in vita, cercano nel frattempo il pezzo mancante del puzzle, ossia indagano a fondo sulle cause degli sconvolgimenti climatici che stanno radendo al suolo intere popolazioni e infine lo trovano. La verità viene a galla, pungente e inquietante. Grazie all’aiuto delle leggende indiane (il nonno di Jarod è un Apache) i giovani cercheranno di raggiungere Maka, un luogo incontaminato al centro della Terra, dove poter vivere e non solo sopravvivere.
Il viaggio è sorretto dalla speranza, parola chiave dell’intero romanzo, che nessuno di loro perderà mai, nonostante le difficoltà della situazione. Josephine e Jarod vivono una storia d’amore, mentre tra Josephine e Liam si instaura un bel rapporto di amicizia.
La scrittura di Serena Versari, come avevo avuto già modo di osservare, è pulita e scorrevole, i temi affrontati in questo nuovo romanzo sono più impegnati e impegnativi del libro precedente e i punti di vista sono due, quello della protagonista e quello di Jarod; viene fuori di getto tutto l’amore dell’autrice per il nostro pianeta, ne vengono denunciati i maltrattamenti e si incita a vivere in armonia con la natura. Proteggere e curare la Terra e la fragile natura è per Serena un punto focale di massima importanza.
Attraverso il suo libro, l’autrice fa confrontare il lettore con le problematiche attuali uomo/natura/pianeta in cui vive e lo fa riflettere.
La trama è incalzante, al confine tra scienza, fantascienza e leggende delle tribù indiane. Lo consiglio per la sua particolarità e originalità, in quanto non tratta esclusivamente di una storia d’amore, in Maka il fantascientifico si intreccia al fantasy e alla nostra vita, tutto l’insieme è volto a far passare messaggi di un certo spessore che il lettore attento non può far altro che cogliere e apprezzare.



giovedì 11 dicembre 2014

Racconto di Natale: HEART OF ICE

Il Natale è alle porte. Io ho sempre amato questo periodo dell'anno. E' come se una parte di me tornasse bambina.
A tal proposito ho scritto un breve racconto, una tipica favoletta di Natale che racchiude in sé la magia di questo particolare periodo.
Buona lettura.




“We wish a merry Christmas
We wish a merry Christmas
We wish a merry Christmas and a happy new year”

Richiudo velocemente la porta di casa alle mie spalle, sperando di non udire più quelle odiose canzoncine che contraddistinguono il periodo natalizio.
Io lo detesto: l’atmosfera di pace che aleggia nell’aria, i falsi sorrisi stampati sul volto delle persone, le lucine sfavillanti che illuminano ogni angolo buio della città e che ti fanno credere che dove ci sono le tenebre, basta una flebile luce per spazzarle vie.
Nessun fulgore, nessuna parola d’amore o speranza può far svanire l’oscurità che avvolge il mio cuore.
Appendo il cappotto all’attaccapanni e mentre mi chino per togliermi le scarpe, vedo spuntare da sotto la fessura della porta una busta rossa, arricchita da piccoli agrifogli e impreziosita da ricami dorati.
Riapro immediatamente la porta, sporgo il capo e osservo in ogni direzione, ma non scorgo nessuno.
Alzo le spalle e incuriosita apro quella misteriosa lettera.
Estraggo un cartoncino che riporta le stesse decorazioni della busta e leggo:


Buono valido per un viaggio magico al Villaggio di Natale
Partenza : 23/12/14
Mezzo di trasporto: Sogno

Un sorriso disgustato si dipinge sul mio volto. Riduco quel rettangolo di false promesse in tanti piccoli pezzetti e lo getto tra le fiamme che ardono nel camino.
Decido di andare a fare una doccia bollente, per riscaldare ogni fibra del mio corpo, che ancora trema a causa delle temperature glaciali che quest’inverno invadono la città e il mio cuore.
Lascio che il getto d’ acqua calda, scivoli lungo il mio volto e trascini con se lacrime amare che non riesco a controllare.
Come un fulmine che con la sua collera squarcia il tronco di un albero, ricordi altrettanto distruttivi si fanno largo nella mia mente, e mi riportano al Natale di tre anni prima.

giovedì 4 dicembre 2014

Recensione su LA BIBLIOTECA SEGRETA

Ringrazio Nicoletta del blog LA BIBLIOTECA SEGRETA per questa recensione de L’ARPEGGIO DEL CUORE.
Confesso che mentre la leggevo avevo le palpitazioni.



Non possiamo raggiungere la meta finale senza aver osato,
senza aver vissuto con un pizzico di follia.
Non sono mai state compiute grandi cose usando solo la ragione, ma usando il cuore sì.”

Le seconde possibilità sono dure da affrontare.
Il secondo inizio può essere paragonabile ad una vera e propria scalata dell’Everest.
Molte persone accettano di vivere una vita fatta di insignificanti giorni in memoria di emozioni che ci sono state e non torneranno più, ma solo per paura di restare sole o di fare quel salto nel buio che potrebbe portare ad un futuro migliore.
Questo non accade alla protagonista della nostra storia, Sally, legata ad un uomo che non la ama ormai da anni e costretta a vivere in una casa troppo grande e vuota. Sposato con il suo lavoro, Alan, si è totalmente estraniato da una donna che invece ha fatto di lui, rinunciando ai suoi sogni, il centro del suo universo.
Dolore e malinconia sono le compagne quotidiane di Sally, che a trentacinque anni si sente spenta e demotivata.
Quando oramai crede di aver toccato il fondo e la disperazione sta per inghiottirla, ecco che come un angelo, un raggio di luce di speranza, incontra Roy, un ragazzo dolcissimo che la invoglia a non lasciarsi andare del tutto.
 Un colpo di fulmine, una passione travolgente e la paura che tutto possa finire sono un mix di sentimenti che spaventano Sally, ma ormai è una donna decisa a scrivere lei il diario della sua seconda vita.
Non è una semplice attrazione quella che lega questi due amanti. Sono sentimenti reali, emozioni vive che mi han fatto sognare fino alla fine della storia.
Roy è tutto quello che una donna vorrebbe. Premuroso e gentile, è la quintessenza dell’amore.
Ha avuto un passato difficile, ma la speranza alberga nel suo cuore.
La musica è stata la sua ancora, e il canto il suo urlo alla vita.
Molto più maturo della sua giovane età, è un ragazzo malinconico e solitario che preferisce una serata in compagnia della propria chitarra a una sbornia con amici.
Splendido il loro incontro al bar, un incrocio di sguardi capace di incendiare il più freddo degli animi.
È Sally la donna della sua vita.

“Se è quella che ti fa battere il cuore, se è la tua passione, la tua ossessione, se non riesci più a pensare a un minuto della tua vita lontano da lei, allora è quella giusta.
 La nostra esistenza è troppo breve e non deve essere sprecata.”

Scritto in maniera impeccabile, Serena Versari ha creato una storia d’amore vera. C’è la fanciulla in pericolo, il tenebroso principe e il bruto immancabile.
Di questo libro posso solo dire meraviglie.
Non mancherà il colpo di scena che mi ha fatto maledire a più lingue, ma il finale è uno spettacolo.


mercoledì 26 novembre 2014

Presentazione a Ravenna

Ringrazio di cuore Irma e Andrea de IL MONDO DELLO SCRITTORE per la bellissima presentazione di venerdì sera a Ravenna.


Lascio qui di seguito il loro pensiero su MAKA- VIAGGIO VERSO LA SPERANZA e qualche foto

Serena Versari non è un’autrice di primo pelo, alle sue spalle esistono già diverse pubblicazioni e al momento della presentazione il suo nuovo libro ha fatto capolino nel catalogo di Amazon, dimostrando la prolifica fantasia che la caratterizza. Il romanzo, che è stato invece presentato nel corso della serata, non è un Paranormal Romance puro ma si accosta di più al genere Urban Fantasy, in cui l’elemento sovrannaturale non è dato tanto dai personaggi quanto dalla trama e dalle circostanze. Incentrato sulle leggende indiane, popolo che maggiormente si avvicina alla Terra e comprende i misteri della Natura, Serena ha voluto agganciarsi al filone catastrofico per raccontare il viaggio interiore, nonché quello effettivo, che i suoi protagonisti sono costretti ad affrontare per non soccombere al destino. Maka, viaggio verso la speranza, è un libro sicuramente adatto a chi ama il genere avventuroso, in cui nulla è così scontato come potrebbe apparentemente sembrare.








martedì 11 novembre 2014

Mini intervista sul blog Coffee and Books

Ringrazio Franci per aver ospitato L'ARPEGGIO DEL CUORE nella sua rubrica "The debutant of the week"




INTERVISTA

1) Ciao Serena, bentornata su Coffee&Books! Oggi parliamo del tuo ultimo lavoro, L'arpeggio del cuore. Vuoi illustrarci brevemente di cosa tratta?

- L'arpeggio del cuore è un romance che narra di Sally, una donna di 35 anni, vittima di un matrimonio infelice. Un giorno il destino le fa incontrare Roy, un giovane ragazzo di 24 anni, ma molto più maturo della sua età anagrafica a causa di quello che ha dovuto subire.
Tra loro nascerà una passione travolgente ma non mancheranno ostacoli a questo amore profondo.

2) Con L'arpeggio del cuore approdi in un genere nuovo per te, il romance. Come mai questa scelta?

- Il genere romance mi è sempre piaciuto, infatti, il primo romanzo che ho scritto era un paranormal romance, ma questa volta sentivo il bisogno di scrivere una storia completamente vera.

3) In che modo è nata l'ispirazione per questa storia?

- In realtà, in piccola parte, nasce da un'esperienza vissuta in prima persona e volevo lasciare un messaggio di speranza. C'è sempre la possibilità di lasciarsi alle spalle un passato doloroso e si può sempre ricominciare ad amare.

Link a Coffee and books girl


giovedì 23 ottobre 2014

Recensione su IL RUMORE DEI LIBRI

Ringrazio Lidia per la fantastica recensione rilasciata per L'ARPEGGIO DEL CUORE

create your own banner at mybannermaker.com!


La vita di Sally non è per niente facile. Tradita, imprigionata da quel matrimonio che non le offre una vita serena. Roy un giovane ragazzo con la passione della musica, pieno di vita, semplice, con un'immensa voglia di donare il proprio cuore.
Un incontro fortuito, una passione travolgente, porta Sally a vivere una seconda vita lontana dalla gabbia di tristezza, monotonia, del suo matrimonio ormai finito.
 I due protagonisti di questo romance sono persone normali. Amano, piangono, soffrono e vivono con le loro paure e incertezze. Affrontano questo "colpo di fulmine" con le paure che chiunque di noi potrebbero avere. Amano come tutti dovremmo fare. Soffrono con dignità e umiltà. Sorridono con il cuore di chi sa che dietro l'angolo qualcosa di grande, di bello li aspetta.
 Una bella storia d'amore dei nostri tempi. Una travolgente, sensuale attrazione.
Un inizio che mostra la psiche dei protagonisti, con le loro ossessioni, i loro sogni, la loro fragilità. Un tuffo al cuore dopo alcune pagine quando arriva il bel giovane. Il principe che salva la sua principessa verrebbe da dire, invece lui è il bel chitarrista che si innamora di una donna, una vera donna in tutto e per tutto.
 Una passione che travolge, che lascia il segno, che ti prende nella mente e nell’animo. Tutto l’insieme ti trascina in un vortice di forti sentimenti contrastanti. La drammaticità della descrizione del tradimento fa un effetto di rabbia e ansia. I pensieri, le emozioni forti, fanno amare Sally e Roy con tutta te stessa perchè tifi per loro, perchè non puoi non adorarli.


Ottimo romance con un bel finale che conclude un colpo di scena assurdo, ma ideale. Complimenti a Serena per questo "esperimento" nello scrivere un romance. Che dire lo stile è comunque il suo e io adoro questa autrice sia che scriva fantasy sia che scriva romance.



lunedì 20 ottobre 2014

Recensione su ROMANTICAMENTE FANTASY

Buongiorno. Cominciamo la settimana con una bellissima prima recensione per L'ARPEGGIO DEL CUORE. Ringrazio Elena del blog ROMANTICAMENTE FANTASY


Un ritorno quello di Serena Versari che ha il sapore di un esordio, un romance in cui l’Autrice si cimenta per la prima volta, a parer mio con successo, forte del suo stile narrativo forgiato nella precisione, nella scorrevolezza e nella totale armonia con cui assembla e tira le fila di una trama che da subito parte in salita.
Un incipit forte e duro ci introduce nella storia, Sally vittima e prigioniera di un matrimonio infelice, trova la forza a seguito dell’ulteriore delusione che il marito le infligge, di stravolgere la sua vita, sebbene non abbia nessuna sicurezza e nessun progetto per il futuro. Sarà partendo da questo salto nel buio che la sua vita andrà sorprendentemente illuminandosi, in un crescendo di luce, amore e sentimenti sinceri, che per troppo tempo l’avevano abbandonata e a cui lei per prima aveva inconsciamente scelto di rinunciare. La luce che irradierà il suo cammino sarà Roy, un ragazzo a cui la vita non ha risparmiato sofferenze e alla cui giovane età si contrapporrà una crescita avvenuta troppo in fretta per esigenze di sopravvivenza, che lo renderà un uomo prima ancora di un ragazzo.
La narrazione in prima persona di cui si impadronisce l’autrice, ci condurrà nella trama in un alternarsi e susseguirsi di pensieri tra  Sally e Roy, rendendola intensa, permettendo al lettore di viverla profondamente e di conoscere ogni intimo pensiero dei due protagonisti. Roy sarà per Sally non solo la luce, ma la sua stessa paura; frenata dall’aridità in cui ha vissuto, con fatica riuscirà a comprendere che nella vita c’è di più, che ciò che era stata costretta a vivere nel passato può cambiare, che lei stessa ha il diritto di ambire e si merita una vita diversa in cui la serenità, l’amore e la felicità possono esserne i protagonisti.
Talvolta molto duro questo Romance, non mancherà mai di fornire un messaggio di speranza, motore assoluto di questa trama, promotore di ogni azione, che prevarrà sulla disperazione e le asperità a cui Sally sarà comunque costretta a far fronte. Liberarsi dal suo passato si rivelerà impresa ardua, anche perché il suo passato nelle vesti di un marito cinico e  senza cuore, continuerà a perseguitarla, a non lasciarla andare, a minare senza sosta ogni suo tentativo di redenzione e di rivalsa. Bellissimi sono i contesti in cui l’autrice si destreggia e fa fluire la  trama  insieme a personaggi di contorno che diventeranno loro stessi protagonisti, affiancando Sally e Roy in questo tortuoso cammino.
Il romance di Serena Versari parla di vita vera, non si avvale di fronzoli né dei cliché fin troppo sfruttati, riproduce un andamento quotidiano in cui spesso l’uomo smarrisce se stesso, si perde nelle sue paure, si allontana dalle cose importanti. L’arpeggio del cuore non è solo un titolo, ma rappresenta la speranza, una musica dolce e intensa che accompagnerà la trama e i protagonisti a un epilogo di rivincita e di vittoria dei buoni sentimenti

Recensione in ANTEPRIMA: Larpeggio del cuore di Serena Versari romanzi rosa romance contemporanei recensioni libri recensione in anteprima 2 recensione made in italy



giovedì 16 ottobre 2014

Booktrailer L'arpeggio del cuore





Buona visione ^_^

L'ARPEGGIO DEL CUORE

Finalmente è giunto il giorno in cui posso svelare la trama e la cover de L'ARPEGGIO DEL CUORE, la cui uscita è prevista per sabato 18 ottobre.

Ringrazio come sempre Violet per la realizzazione della copertina e Daniel per essersi prestato come modello.

TRAMA

Spesso la vita ci offre una seconda possibilità ma sta a noi decidere se ignorarla o afferrarla.
Questo è quello che accade a Sally, una donna di trentacinque anni, imprigionata nella gabbia di un matrimonio ormai logoro.
Un giorno il destino decide di mettere sulla sua strada Roy, un giovane ragazzo di ventiquattro anni, che saprà stravolgerla con la sua voglia di vivere, la sua semplicità e i suoi occhi grigi sinceri e cristallini.
Da quel momento Sally, si troverà a dover affrontare emozioni troppo a lungo sopite, e una passione mai conosciuta.

In continua lotta con se stessa e con un passato doloroso quanto irrisolto, riuscirà a seguire il suo cuore troppo a lungo imprigionato da un gelo perenne, e a cedere al pressante istinto di ricominciare a vivere e respirare nell'amore?





lunedì 6 ottobre 2014

NEWS

Buongiorno! Oggi, con mia grande gioia, vi comunico il titolo del romanzo su cui ho lavorato in questi ultimi mesi.
E' sempre una grande emozione mettere la parola "fine" e ogni volta mi commuovo.
Ringrazio Sally e Roy, i protagonisti di questa storia d'amore, che mi hanno fatto soffrire e gioire insieme a loro.
A breve cover e trama.



domenica 28 settembre 2014

Intervista su PECCATI DI PENNA

Peccati di Penna

Benvenuta Serena, grazie per la tua disponibilità.
Grazie mille a te, per avermi ospitata nel tuo blog.

Sei un’autrice e una lettrice o preferisci un’attività rispetto all’altra? Quali romanzi leggi spesso e volentieri?
Sì, sono sia autrice che lettrice ma preferisco di gran lunga scrivere, perché mi coinvolge di più dal punto di vista emotivo.

Quando hai iniziato a scrivere? Ricordi il tuo primo testo?
La prima cosa che ho scritto è stata Angels nel 2009. L’ho poi tenuto nel cassetto tre anni prima di decidermi a pubblicarlo.

Come hai scelto il self-publishing? Com’è l’esperienza da autore auto-pubblicato?
I primi due libri li ho pubblicati con una piccola casa editrice, poi ho optato per il self publishing.
Posso affermare che mi piace poter gestire il romanzo da tutti i punti di vista: dalla scrittura, alla scelta della copertina fino ad arrivare alla promozione. A volte è un po’ dura ma dà molte soddisfazioni.

Com’è nata l’idea di Maka?
Io amo molto la natura, credo che il nostro pianeta sia un luogo d’amare e da preservare e vedere che l’uomo sta facendo di tutto per distruggerlo mi fa soffrire. Quindi ho pensato di inventare questa storia, prendendo spunto da cose comunque reali per “denunciare” le azioni dell’essere umano, mettendo invece in risalto il rispetto che i Nativi Americani hanno sempre avuto per la Madre Terra.

La cultura indiana è molto presente in Maka, da dove nasce la passione per questo tipo di sapere?
In realtà non lo so da dove nasca, l’ho sempre avuta, fin da piccola. Mi ricordo che vicino a casa mia c’era un negozio che vendeva oggetti dei Nativi Americani e io ne ero affascinata. Sono attratta inoltre dalla loro elevata spiritualità e come dicevo prima, dal rispetto che hanno per la natura.

Puoi svelarci qualche curiosità su Maka, terra promessa e credenza indiana? Notizie che magari nel romanzo non hai inserito e ti hanno colpita?
L’idea di Maka, come terra al centro della terra è nata da alcuni studi.
Recentemente si è ipotizzato che la Terra sia vuota all’interno, con un nucleo come una
piccola stella centrale. Questa stella avrebbe creato intorno a se una specie di bolla che la separerebbe dal mantello e dalla crosta creando un’ immensa cavità all’interno del pianeta. Questa teoria trova riscontro anche nelle leggende di molti popoli antichi del pianeta, tra cui tibetani, indiani, egiziani, greci e ancora popoli dell’Asia minore, delle Americhe e Cina. Sono persone libere e non conoscono bene e male. Esistono tante storie che narrano di questo misterioso popolo di Iniziati.
Ma trovare le entrate di questo mondo pare sia impossibile perché solo agli iniziati e illuminati è possibile vedere le entrate. Si dice che i luoghi principali di accesso si trovino ai poli, mentre altre entrate siano collocate nel deserto del Gobi, in Mongolia, tra le montagne del Tibet, nelle caverne del Kentuky, nel Mato Grosso in Brasile, sotto la grande piramide di Cheope o forse la Sfinge. Altre ancora in centro e sud America e addirittura in Italia, sul monte Epomeo a Ischia.
Anche tra gli eschimesi esistono storie che narrano di una grande apertura a nord e dei loro antenati che compirono un viaggio in una terra paradisiaca. Questa terra era illuminata perennemente e non esistevano notti, il clima sempre mite e c’erano grandi fiumi e laghi che non ghiacciavano mai.
Tutte le culture antiche parlano di una leggendaria Età dell’Oro in cui tutti gli uomini vivevano in pace ed erano in possesso di grandi conoscenze. Questi popoli decisero poi di trasferirsi nel mondo sotterraneo con l’avvento del Kali-Yuga, un’epoca fatta di male, confusione e materialismo, la stessa epoca in cui ancora oggi viviamo. In questo regno non esiste il male, le sue genti hanno raggiunto un alto grado di conoscenza e di spiritualità.

Pensi esista un paradiso? Come ti rapporti con la fede e le leggende nativo-americane?
Credo in un'altra dimensione oltre la morte, credo nel Creatore, negli angeli e a quelle religioni e filosofie che professano l’amore e la pace.

A quale personaggio del romanzo ti senti più vicina e quale apprezzi particolarmente? Hai un preferito?
In realtà mi sento vicina a tutti e tre i personaggi principali. Quando si scrive è difficile non mettere una piccola parte di noi stessi, dei nostri pensieri. Le reazioni che hanno i personaggi, sono le stesse che avrei io, se mi trovassi in quella stessa situazione.

Quale genere sei più portata a scrivere e quale per te risulta più ostico? E perché?
Ho iniziato a scrivere paranormal romance, per poi passare all’esoterico fino al fantascientifico. Di solito scrivo quello che sento, quello di cui ho bisogno di parlare. Un genere che probabilmente non sarei mai in grado di scrivere è il thriller. Mi piace ma non credo che ci riuscirei.

Hai altri testi in programma? Puoi rivelarci qualche passo della tua tabella di marcia?
Sì, ora sto terminando la stesura di un Romance. Per la prima volta nessun personaggio o luogo fantasy o fantascientifico.

Grazie Serena per esserti aperta con “Peccati di Penna” e in bocca al lupo.
Grazie a te per questa bella chiacchierata e grazie anche l’ in bocca al lupo.





venerdì 26 settembre 2014

Recensione su I MIEI SOGNI TRA LE PAGINE

Ringrazio Amarilli del blog I MIEI SOGNI TRA LE PAGINE per la bellissima recensione di MAKA- VIAGGIO VERSO LA SPERANZA



Maka inizia in uno scenario di paura e devastazione, partendo subito con un ritmo narrativo incalzante e dal taglio quasi cinematografico: una giovane donna, Josephine, viene ritrovata tra le macerie dai militari, dopo che il pianeta è stato semidistrutto e solo pochi superstiti si apprestano a dare un senso all’accaduto. Il governo, nella persona del portavoce Kurt Miller, fornisce una spiegazione ufficiale e invita tutti a ricominciare, cogliendo l’occasione per instaurare un ordine nuovo… Ma questa volontà nasconde in sé dei risvolti inquietanti, come se alla base di tutto vi fosse un progetto preciso, e l’aver fatto tabula rasa del mondo attuale fosse solo il presupposto per ben altro.

E’ l’inizio della fuga per tre giovani che sospettano e non se la sentono di allinearsi, che si trasforma in un viaggio verso la verità dietro al complotto, ma anche verso la scoperta di se stessi, delle proprie origini, dei propri sentimenti.

La prosa è asciutta, veloce, ed è abilmente orchestrata attraverso l’alternanza delle voci dei tre protagonisti: Jo, la ragazza normale ma capace di accettare le sfide del suo destino, Jarod il Burbero, il militare combattuto tra il ricordo del nonno indiano e di un padre che lo ha limitato e oppresso, Liam, lo scienziato ma anche il fedele amico del cuore.

Questo romanzo di Serena Versari è una grande avventura che spazia dalla fantascienza alle leggende indiane, dall’amore romantico all’amicizia, sino alla rabbia per la natura troppo spesso violata e dimenticata. Alla fine del tunnel Maka è un luogo leggendario, una dimensione fisica e al contempo dello spirito, un punto di arrivo definitivo oppure solo di passaggio temporaneo. Una luce che si presta a molteplici interpretazioni, a seconda della sensibilità e della sete di spiritualità del lettore.





mercoledì 24 settembre 2014

Recensione su Peccati di Penna

Ringrazio Ornella per la recensione di MAKA


Maka è un romanzo un po’ fantasy e un po’ fantascientifico, che vede in atto una sorta di apocalisse climatica.
Terremoti e altri eventi catastrofici uccidono metà della popolazione terrestre e quella sopravvissuta è rintanata in tendopoli. Jo, la protagonista, in questi accampamenti stringe amicizia con Jarod e Liam, ma con il primo nasce subito un certo feeling romantico.
Jarod è un soldato, scopre che c’è del marcio dietro questi eventi climatici e così decide di approfondire la questione partendo all’avventura con Liam. I complotti dietro le quinte e i giochi di potere sono un altro punto forte della storia continua a leggere...

Io lo consiglio perché è un testo che sa di nuovo

❤❤❤


domenica 21 settembre 2014

Presentazione Polverara

Qualche scatto della presentazione di ieri sera a Polverara.
Una serata emozionante e fantastica. Ringrazio Giulia, Cristiana, Amarilli e tutte le persone che hanno partecipato.










venerdì 12 settembre 2014

Book trailer 3 Volti del Fantasy



Il bellissimo Book Trailer realizzato da Cristiana per la presentazione del 20 settembre a Polverara.


martedì 9 settembre 2014

I 3 VOLTI DEL FANTASY

Oggi sono qui per invitarvi alla presentazione che si terrà a Polverara (PD) il 20 settembre alle 21.00 nella Casa delle Associazioni in via Volparo.



Durante la serata saranno presentati tre romanzi fantasy, diversi fra loro e più specificatamente:

BLOOD CATCHER, di Cristiana Verazzo, un paranormal erotico, in cui vedremo una protagonista fuori dagli schemi che in realtà nasconde una grande storia d'amore e di riscatto nei confronti della vita.













ACCANTO A UN ANGELO, di Giulia Borgato che presenterà il suo urban fantasy. Protagonisti di questo dolce romanzo sono bellissimi Angeli. Un libro che si fa leggere in un soffio grazie all'interessante intreccio creato dall'autrice con la Divina Commedia 





Infine, MAKA- VIAGGIO VERSO LA SPERANZA, di cui vi ho parlato più volte.
In questo romanzo apocalittico, si narra del tentativo di sfuggire a uomini di potere che tentano di manovrare gli essere umani e dove l'unica via di salvezza è rappresentata da MAKA. 





martedì 26 agosto 2014

Curiosità su MAKA

Visto che mi è stato fatto notare, l'impossibilità dell'esistenza di un mondo sotterraneo, volevo sciogliere ogni dubbio sulla creazione di MAKA.
Nel romanzo parlo di questo luogo (al centro della terra) molto simile al nostro, con sole, boschi, mare.
Per creare questo posto, mi sono documentata e ho letto alcuni libri relativi al mondo di Agharti (di cui lascio un link) e "Viaggio al centro della Terra" di Jules Verne


Considerando che all'interno del romanzo ho inserito la spiritualità dei nativi Americani, ho deciso poi di chiamarlo Maka che nella loro lingua significa Terra.


martedì 5 agosto 2014

Recensione L'ORDINE DEL TRIANGOLO OSCURO

Ringrazio Saya del blog VIVERE IN UN LIBRO per questa bella recensione dell'ORDINE DEL TRIANGOLO OSCURO

Vivere in un Libro

Serena Versari è una scrittrice molto capace, riesce a evidenziare la freschezza delle sue protagoniste con racconti semplici e parole fluide. Già conosciuta con la saga Angels, questa volta mi ha proposto un racconto autoconclusivo molto particolare. Esoterico è il termine usato per descriverlo, e significa che la storia contiene cenni di religione e descrive una qualche tipo di setta segreta. Ci troviamo, infatti, davanti a una situazione poco chiara e misteriosa. Maya, una bambina molto sfortunata, si ritrova a vivere in un convento. Al compimento della maggiore età può finalmente andare alla scoperta di ciò che le è accaduto, aiutata da Andrea e Lucas, due nuovi amici, cercherà di svelare il mistero che cela la morte dei suoi genitori. E' una storia intrigante, si svolge nel tipico stile dell'autrice, senza prolisse descrizioni, dritta al sodo racconta una trama per nulla scontata che coinvolge il lettore fino alla fine. Serena Versari, amante di Dante, mette il suo tocco all'inizio di ogni capitolo, rendendo ancora più interessante questo mistico romanzo. Non poteva mancare una parte romantica e un antagonista d'eccezione. In conclusione si legge d'un fiato!



domenica 3 agosto 2014

Offerta Ebook a 0,99

Per tutto il mese di Agosto MAKA- VIAGGIO VERSO LA SPERANZA sarà in offerta a 0,99 su Amazon, Kobo e altri store.




venerdì 25 luglio 2014

Recensione MAKA su IL GIARDINO DELLE ROSE

Quando ti capita di leggere una recensione come quella che ha rilasciato Stefi del blog Il giardino delle rose, capisci che i sacrifici che si compiono in questo lungo percorso non sono vani.


Maka viaggio verso la speranza, un libro che fin da subito si manifesta adrenalinico e senza darci un attimo di respiro ci catapulta in questa terribile situazione dove, la protagonista Josephine viene sorpresa in casa sua da un terribile terremoto.
Viene tratta in salvo da un militare, Jarod che insieme ad un suo amico geofisico Liam, stanno indagando su questi inspiegabili e sospetti cataclismi.
Anche Jo si unirà a questa ricerca e quello che scopriranno sarà veramente terribile!
Jo ci viene descritta dall'autrice come una ragazza semplice, dall'animo buono e tranquillo, ma che al momento giusto sa tirare fuori tutto il suo coraggio per affrontare la vita in quanto  i suoi genitori la diedero in adozione a sua nonna perché  troppo giovani e non se la sentirono di prendersi cura di lei.
Jarod è il bello e tenebroso della situazione, ma ancor più affascinante perché nipote di un indiano Apache.
Infine Liam è il vero amico che tutti noi vorremmo avere
Josephine, Jarod e Liam affronteranno un lungo viaggio alla ricerca della verità, attraverso scienza, fantascienza, leggende di diverse tribù indiane, fino alla consapevolezza di quanto la natura può essere fragile e che quindi deve essere sempre rispettata vivendo in armonia con essa.

Ho apprezzato molto il modo di scrivere della Versari che, secondo me, migliora di romanzo in romanzo, qui il racconto si alterna tra il punto di vista di Josephine e quello di Jarod, il ritmo è a volte incalzante, pieno di suspense ed a volte sembra cullante e sognante come in una favola d'altri tempi.
Il finale non saprei come definirlo perché mi ha suscitato emozioni contrastanti, potrebbe sembrare un lieto fine, ma a me ha suscitato un senso di inquetudine e vorrei ardentemente che l'autrice pensasse ad una continuazione di questa storia!
Consiglio questo romanzo a tutti indistintamente e la Versari si conferma ancora una volta una delle mie autrici italiane preferite!

    


venerdì 18 luglio 2014

Cartaceo MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA

Oggi non riesco a contenere la mia gioia. Ogni volta che stringo fra le mani una mia nuova creatura mi emoziono. Per chi è amante del cartaceo da oggi è disponibile su LULU a questo indirizzo

MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA




martedì 8 luglio 2014

Splendida recensione per MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA

Ringrazio infinitamente Elena per la stupenda recensione rilasciata per il blog ROMANTICAMENTE FANTASY di MAKA - VIAGGIO VERSO LA SPERANZA



Serena Versari  fa centro con questo romanzo, non solo nei confronti dei lettori che vi  approderanno, ma verso se stessa, raggiungendo una perfezione che è il risultato di un cammino e di una crescita, sotto più punti di vista, ineccepibile. La trama, orientata ad un fantasy- scientifico, oltre che ad essere originale, diventa da subito incalzante perché l’Autrice sceglie abilmente di non concedere respiro, partendo sin dalle prime righe a ritmi battenti. Josephine, ragazza tranquilla e con una vita ordinaria, il cui unico amico è un meraviglioso cane, si ritrova, a dispetto della calma che dettava i ritmi delle sue giornate, con la propria vita appesa ad un filo e miracolosamente graziata da un terribile terremoto, le cui macerie l’avevano quasi uccisa. Da questo momento, con l’arrivo di Jared, un militare affascinante quanto tenebroso, e del suo amico Liam, un geofisico dall’aspetto e dal carattere dolce come il miele, che la porteranno in salvo, niente sarà più come prima. La trama aprirà il sipario ad una storia decisamente forte e incalzante, in cui oltre ad un’ azione che non perderà mai il fiato e che ci condurrà senza sosta dentro Maka, questo viaggio verso la speranza, troveremo insiti vari messaggi che l’Autrice ha saputo far trapelare con grande maestria. Chiaramente LA SPERANZA sarà l’incipit dominante di questo romanzo, anche quando tutto sembrerà perduto, la fiamma che l’alimenta, unita a sentimenti genuini non si affievolirà mai. Non solo ma Serena Versari offre un tributo stupendo alla natura, che sono certa lei ami profondamente, con un messaggio di denuncia verso l’uomo e le sua azioni sempre più invasive nei confronti della nostra terra. In questo contesto infatti si svilupperà una lotta tra esseri umani, in cui Jared e Liam combatteranno per salvare ciò che i cataclismi hanno distrutto, e la fazione opposta di militari scientifici, che per un uso improprio delle loro ricerche e scoperte avrebbero, se non fermati, distrutto la terra e tutto il genere umano. In questo scenario apocalittico, per mano di una perfetta narrazione in prima persona in cui si alterneranno le voci, i pensieri ed i sentimenti di Josephine, Jarod e Liam, assisteremo ad una metamorfosi dei protagonisti, in cui ognuno di loro affronterà le proprie paure, i propri limiti ed insieme, spinti da un comune istinto di conservazione e speranza, affronteranno un nuovo mondo, dentro e fuori da loro. A fare da sfondo ad una storia che cattura tutta l’attenzione, ci saranno meravigliose ed evocative leggende sugli antichi nativi americani, gli Apache, che con i loro miti e  la loro interessante simbologia, interagiranno magistralmente con la trama in un contesto perfetto, tra realtà e fantasia, e conferiranno a questo romanzo il vero significato della SPERANZA. In ultimo, ma non meno importante, lo stile narrativo di Serena Versari oltre che impeccabile e curato sotto ogni aspetto, appare fluente, sempre pertinente e decisamente dirompente là dove le scene lo richiedano, dolce e romantico qualora  prevalgono momenti di puro amore.

Recensione: Maka Viaggio verso la Speranza di Serena Versari recensioni recensione made in italy fantasy scientifico



domenica 29 giugno 2014

Recensione MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA

Ringrazio Lidia del blog "Il rumore dei libri" per la bellissima recensione di MAKA



Josephine è la protagonista di questo bellissimo romance fantascientifico fantasy. Una ragazza semplice, carina a tratti timida. Una giorno viene salvata dalle macerie di un terremoto dal bel tenebroso Jorod non che un militare.
Portata alla base per le debite cure, i due ragazzi inizieranno a farsi mille domande.
Ogni volta è come calarsi in prima persona in ambienti, conversazioni e personaggi. Questo capita tutte le volte che leggo un libro della Versari.
Torna prepotente con un'altro bellissimo libro, un'avventura che corre sulla corda di misteriosi avvenimenti. Un romanzo che ti lascia leggera, in pace. Una storia che si legge tutta in un fiato, che ti lascia piacevolmente sconvolta e che ti porta in un mondo che tutti noi vorremmo andare.
Quando ho iniziato a leggere Maka, ero curiosa per diversi motivi. Il primo, gli Indiani d'America. Sì perchè in questo romanzo, si parla di spiritualità, di amore, di amicizia e di questa fantastica tribù che ha insegnato molto e che tutt'ora ci da modo da riflettere.
Per secondo perchè adoro come scrive questa autrice che ogni volta mi stupisce per la sua bravura.

Un bellissimo libro narrata in un ottimo stile. Originale. Ti intrappola piacevolmente fino alla fine e non ti lascia andare dandoti un senso di meravigliosa pace. La storia è molto coinvolgente, scorrevole ed emozionante. Adoro tutti i protagonisti anche se il mio preferito è Liam. Intelligente e imbranato nello stesso tempo, buono e un vero amico.

Il finale bellissimo mi ha fatto sospirare e riflettere. Questo è il racconto di due vite che si incontrano e intrecciano, all'inizio delle loro vera esistenze.
Consigliatissimo!





venerdì 27 giugno 2014

Segnalazioni MAKA

Oggi ringrazio Ornella del blog Peccati di Penna e Romanticamente Fantasy Sito per la segnalazione di MAKA- VIAGGIO VERSO LA SPERANZA








mercoledì 25 giugno 2014

Segnalazioni MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA

Ringrazio Mara del blog L'ANGOLO DELLE TOPIIII e Lidia del blog IL RUMORE DEI LIBRI per la segnalazione di MAKA-VIAGGIO VERSO LA SPERANZA.