.

martedì 12 novembre 2013

Recensione ANGELS su DEMON'S OF PAPER

Ringrazio Valentina del blog DEMON'S OF PAPER per aver letto e recensito ANGELS

Cardy and Ast ~ Demons of paperIqcH27I

Devo proprio confessarlo, prima ancora di leggere questo breve romanzo ero già rimasta conquistata dalla copertina! La trovo semplicemente adorabile e mi piace il tratto un po' da manga con cui è stata realizzata!
Oltre alla copertina però c'è un romanzo con pregi e difetti di cui parlerò fra brevissimo.
Non è difficile vestire i panni di Erika, la protagonista, una trentenne di Rimini che non si sente affatto realizzata nonostante conduca una vita stabile e senza sorprese: è fidanzata con lo stesso uomo da dieci anni, i suoi genitori le vogliono bene e lavora presso un'agenzia interinale. Insomma. una vita tranquilla e solida che molti potrebbero sognare, eppure lei non ne è veramente soddisfatta e sarà proprio il fato a spingerla a riconsiderare completamente la propria esistenza.
Un giorno, recandosi in ufficio dal fidanzato per fargli una sorpresa lo trova in atteggiamenti intimi con un'altra donna e questa è proprio la spinta di cui aveva bisogno per voltare completamente pagina.
Il tutto avviene molto velocemente, ma con dovizia di particolari e, se nel primo capitolo Erika è ancora a Rimini a lavorare in un'agenzia per il lavoro, nel secondo si trova invece a Canazei, impiegata presso l’hotel di Stella, una signora piuttosto in età che ha un figlio coetaneo della protagonista, Thomas.
Tutto sembra andare per il meglio per lei! Un lavoro nuovo, una vita nuova ed un ragazzo completamente nuovo che proprio non perde tempo e dimostra fin da subito di volerla conoscere meglio. Sembrerebbe tutto fantastico se non fosse che Erika non sente per Thomas lo stesso trasporto che lui sente per lei e che non è più disposta ad accontentarsi.
Erika infatti è una persona determinata e dalle idee chiare e quando incontra per la prima volta Jason, avvenente guardia forestale, capisce qual è l'uomo che vuole davvero al proprio fianco.
Tuttavia, si accorge ben presto che lei ha una visione di Jason che non collima con quella degli altri abitanti di Canazei. Tanto per cominciare, ognuno di loro si sente a disagio in sua presenza e non riesce a tollerare il suo sguardo nero come la pece, ma Erika vede i suoi occhi color verde brillante e più che sentirsi respinta, si sente attratta da lui come il polo di una calamita dal suo opposto.
I due ragazzi infatti non potrebbero essere più diversi, e quanto lo siano viene man mano approfondito nel corso della lettura, ma questo non impedisce loro di conoscersi e di innamorarsi perdutamente, ma qualcosa nel presente e nel passato di Jason minaccia più di una volta il loro rapporto.
Da questo momento in avanti i colpi di scena non mancano e si entra nel vivo della storia, condita da un mondo paranormale veramente affascinante! Serena Versari ha fantasia da vendere e in questo suo primo romanzo ne da veramente grande prova! Dopo un panorama letterario quasi interamente costituito da vampiri e licantropi, si cambia scena e si entra a pieno titolo nel territorio degli angeli!
Angeli della morte, Angeli della vita e Coscienze sono i padroni indiscussi di questo romanzo breve, ma veramente molto originale.
Serena Versari crea infatti un mondo tutto nuovo attraverso cui i suoi personaggi si muovono chi coi piedi di piombo, chi, come Erika, in modo un po' più irruento.
Tutti i personaggi che l'autrice ci presenta hanno delle loro caratteristiche particolari che li differenziano dagli altri, la caratterizzazione è buona, ma non tutti sono altrettanto ben delineati come la coppia principale.
Questo è un vero peccato, ma conto nel seguito per un maggior approfondimento! Soprattutto per quanto riguarda Ambra, la miglior amica un po' strega di Erika, e di Johnny, il gattino di Erika che nasconde a sua volta delle belle sorprese.
Nonostante il romanzo scorra fluido e rappresenti una lettura molto piacevole, l'ho trovato forse un po' troppo veloce. Serena Versari infatti ha un stile molto rapido che si sofferma poco sull'azione, riducendo il tutto a scene fulminee ma incisive in un modo tutto loro.
Ciò che mi ha stupito è che, dopo tutto un libro formato da immagini veloci, l'ultimo capitolo sia invece più lento ed esplicativo. Al contrario di quanto si potrebbe pensare, questa scelta stilistica non si è rivelata del tutto sbagliata! Permette infatti di ricordare più facilmente ogni singolo evento del libro e di poterci riflettere in tutta tranquillità nel finale leggero e riassuntivo.
Personalmente, sono veramente curiosa di sapere cosa succederà a Jason, Erika, Ambra e Johnny nel seguito, il Pozzo delle anime, già disponibile negli store online! Mi sono affezionata a questi ragazzi... persino a Thomas per cui mi è dispiaciuto veramente molto nonostante sia un personaggio un po' piatto!
Insomma, un lavoro veramente buono se non fosse per lo stile che per me è un po' troppo rapido per quanto, come ho detto, non si è rivelato un cattivo stratagemma!

VOTO: icon_stella_pienaicon_stella_pienaicon_stella_pienaicon_stella_piena




Nessun commento:

Posta un commento