.

sabato 28 settembre 2013

Recensione ANGELS su ROMANTICAMENTE FANTASY

Ringrazio TAYLA del blog ROMANTICAMENTE FANTASY per la recensione di ANGELS

Romanticamente Fantasy urban fantasy paranormal romance & co.

Il libro narra la storia di Erika , una normalissima ragazza di 30 anni che lavora , ha una relazione stabile , una famiglia che adora ,ma  per la quale si è sempre trattenuta nella sua voglia di avventurarsi per il mondo, facendo una vita “piatta”. Fino al giorno in cui il suo compagno non combina il classico disastro e lei decide di cambiare vita , cambiare città e lavoro. Si trasferisce in montagna , fa nuove amicizie, e conosce il figlio della sua titolare Thomas . Lui è un ragazzo dolce, carino e si innamora pazzamente di Erika, lei titubante visto la recente rottura lo tiene un po' a distanza, e nel frattempo vede un bel ragazzo che la guarda sempre da lontano, chiede in giro e scopre che è una guardia forestale , Jason, solitario e che tutti evitano per via dei suoi occhi neri come la pece … lei cerca di conoscerlo e durante la storia scopre che quello che appare non è la verità ma ben altro è celato all'occhio umano … non dico di più per non svelare altro della storia aggiungo solo che gli altri protagonisti sono : Ambra una barista orfana con doti particolari, Alicia una ...come posso dire … femme fatale che sceglie l'uomo sbagliato (meno male !), il Gran Maestro , Johnny il micio, Tommy il cane di Ambra, e i genitori di Ambra …. il resto sta a voi leggendo il libro.
Posso dire che l'ho trovato, rilassante, carino, veloce da leggere, l'ideale in un pomeriggio di relax sotto il sole.  La storia avvincente, forse un po' esagerata in alcuni momenti ma con la fantasia tutto è possibile, un libro che sarà piacevole rileggere in un secondo momento e che da anche uno spunto di riflessione seria sulle persone che ci circondano, non tutti sono come appaiono è propio vero che l'abito non fa il monaco.... quindi non mi resta che augurarvi buona lettura e di perdervi fra i monti altoatesini … basta non vi dico più nulla.




Nessun commento:

Posta un commento