.

venerdì 28 settembre 2012

Recensione su "Booksblog"

Grazie a Manila per la recensione su "Booksblog"

Quante volte nella vita abbiamo sentito il bisogno di scappare via? E quanti di noi hanno davvero avuto il coraggio di farlo? Erika sì. È giovane, bella e coraggiosa: lascia la caotica Rimini e parte per un tranquillo paese di montagna. Reduce da una storia d’amore andata male, la giovane vole ritrovre se stessa. Il nuovo paesino l’accoglie con una vita davvero normale, fatta di lavoro, natura e un corteggiamento gentile di Thomas. Ma a sconvolgerle la vita (di nuovo, o finalmente) arriva Jason: bello e misterioso, evitato da tutti per il suo profondo sguardo nero come l’oscurità.
Questa è la storia di Angels di Serena Versari, racconto fantasy per adulti che ripercorre le fortunate serie degli amori impossibili (Twilight, Il Diario del Vampiro,Cinquanta Sfumature) proponendo il tema angelico. Jason, infatti, è un angelo della morte, Erika solo un’umana. I due si innamorano, ma non potranno mai amarsi del tutto perché se lui la baciasse le porterebbe via la vita. La storia scorre seguendo i pensieri della giovane, analizzandone le passioni e la voglia di cambiamento, la sua maturazione, mentre le vicende passano dalla gelosia di Thomas alla nuova amicizia con la solitaria Ambra. Ma come tutte le storie d’amore, arriva il momento del sacrificio.
A questo punto il racconto purtroppo perde un po’ di forza, in quanto si piega ad alcuni stereotipi dei romanzi fantasy-romantici, e Jason viene messo di fronte ad una scelta: il dovere (far morire Erika) o l’amore (salvarla), scegliendo naturalmente quest’ultimo. Scelta che viene fatta anche da Erika, quando decide di rischiare la sua vita per intraprendere - con l’amica Ambra - un viaggio orfeico nelle viscere della terra, eroina controcorrente (di solito è il principe azzurro che salva la principessa), per salvare il suo Jason, punito per essersi sottratto al compito. Il lieto fine, con gli effetti speciali e un po’ retorici, vine da sé, ed anche se un po’ retorico - in quanto immancabile - è comunque un conforto per il lettore, che di storie buone ha sempre profondamente bisogno, quando invece la realtà è molto più spietata.
La scrittura è fluida, di facilissima lettura, capace - nonostante la velocità di narrazione - di attirare l’attenzione e di far proseguire nello sfogliar le pagine con voglia di conoscere il finale. Un finale che non solo ci darà una lieta notizia, ma ci avrà anche lasciato un insegnamento: che quando si vuole qualcosa, bisogna avere il coraggio di prenderla. D’altronde, come diceva Steve Jobs, bisogna fare quello che si ama senza aver paura. Così come la giovane Erika, così come è riuscita la Versari stessa.




sabato 22 settembre 2012

Recensione su "Un buon libro non finisce mai"

Ringrazio Ezio per la recensione:

 

Eccomi con una nuova recensione della quale approfitto per scusarmi con l'autrice del ritardo..

                                                           




                                                              A N G E L S

RECENSIONE:
Un libro fresco, di facile lettura e comprensione che si legge piacevolmente durante le sere d'estate, o almeno così è stato per me. Non pesante, forse troppo veloce nell'intreccio, nel susseguirsi di eventi che sembrano non dare tempo alla protagonista per concepire gli eventi passati e metabolizzare, formulare pensieri e vivere appieno la sua vita: questa è a mio parere l'unica pecca del romanzo che però ha diversi punti forti.
Con uno stile semplice l'autrice ha deciso di raccontare al mondo degli adulti e , forse ancora di più, a quello dei bambini, una storia di cambiamento, di amore, di lotta, di ostinazione, di istinto. La protagonista è Erika, una donna come tutte le altre che sembra avere una vita perfetta, niente di cui lamentarsi, ma questo almeno è quello che gli altri vedono. Ma come si sente lei?
Si sente vuota, non ha realizzato i suoi sogni da adolescente, ha un lavoro che non la appaga molto e il suo sembra essere un fidanzato perfetto ma forse in realtà non è il principe che da piccola aveva sperato di incontrare. Con la lista dei pro e i contro, un dialogo con sè stessa, si apre il libro dell'esordiente autrice italiana, in cui Erika ci confessa le sue paure, incertezze, dubbi e rammarichi. La sua è una storia di cambiamento, di come si può cercare di ricominciare a vivere, a costruire, nel momento in cui una gelida soffiata di vento fa cadere a terra il castello di carte che seppur maestoso e desiderabile, è effimero.
Così cambia vita, decide di trasferirsi in montagna, lontana da tutti e tutto: è una donna che cresce.
Ed è proprio lì che avviene l'incontro su cui ruoterà l'intera vicenda: incontra Jason, un ragazzo misterioso, che molti temono e a cui nessuno si avvicina, nessuno tranne lei.
Ma chi è Jason? Costui si rivelerà essere un angelo della morte.
Iniziano una serie di peripezie che i due dovranno affrontare per far prevalere e vincere il loro amore perchè un'umana e un angelo della morte non possono stare insieme... Vincerà questa legge eterna o loro due?

Un paranormal breve ma efficace che ci parla di angeli, speranze e amore.

                                                       Voto 3/5


venerdì 21 settembre 2012

Recensione su "Vivere in un libro"


RECENSIONE

 

Comincio dicendo che questo libro è una storia d'amore molto bella, ambientata nella Val di Fassa, in trentino, a Canazei e dintorni. Seguiamo Erika una ragazza di trent'anni circa, che decide di lasciare la sua vecchia vita a Rimini, e il suo fidanzato, per andare a trovare qualcosa di più in un luogo che lei ha sempre adorato. Immediatamente ci si immerge insieme a lei nel verde e nel bianco (d'inverno) di quelle meravigliose montagne, tanto da poterne sentire l'aria fresca e pulita. Erika trova lavoro come receptionist in un hotel della zona, che le concede anche l'alloggio. Qui incontra Thomas il figlio della proprietaria, con cui inizierà una relazione, se non fosse per quegli occhi verde smeraldo che continuano a fissarla. La storia è avvincente, ricca di avvenimenti, ma è raccontata troppo frettolosamente. Leggendolo ho avuto l'impressione di dover correre! Il tempo all'interno del libro è lungo, passa almeno un anno, ma l'autrice lo fa letteralmente volare tanto che a malapena ci si accorge delle stagioni che cambiano. Io non amo i libri troppo descrittivi e in questo l'autrice ha completamente fatto centro, però devo ammettere che un'approfondimento dei personaggi, degli avvenimenti, una qualche spiegazione in più sarebbe stata sicuramente gradita. Inoltre ho avuto l'impressione che tutti i personaggi a partire da Erika, avessero meno di 18 anni. Per fortuna nel libro si fa spesso riferimento alla loro età perchè altrimenti avrei creduto fossero tutti adolescenti dato il loro modo di comportarsi infantile. Persino il tenebroso e "pericoloso" Jason mi ha deluso rivelandosi un po' molliccio. Peccato davvero perchè quando sono arrivata alla fine della storia mi sono chiesta se ci sarebbe mai stato un seguito, magari più articolato (178 pagine sono poche per tutti gli avvenimenti successi!) e con una mutazione caratteriale dei personaggi. Erika è già una ragazza forte e determinata, sa quello che vuole e fa di tutto per ottenerlo! Mi sta simpatica, niente a che vedere con le rammollite di molti altri romanzi, non si piange addosso e va dritta al sodo, ma in modo un pò troppo immaturo per l'eta descritta nel romanzo.. Nel complesso è un libro che si legge d'un fiato, scorre senza intoppi fino alla fine, è caratterizzato da una storia che parla di angeli ma non smielati e noiosi, lo cosiglio per chi ama i fantasy e vuole passare qualche ora in compagnia di un mondo fantastico, un pò simile alla divina commedia. E' un libro da perfezionare ma non per questo brutto. Il potenziale si sente tutto e spero vivamente di poter leggere l'evoluzione di Erika e degli angeli della vita e della morte!



martedì 18 settembre 2012

giovedì 13 settembre 2012

Sul blog "Il colore dei libri"

Grazie Rory per avermi dedicato spazio nel suo blog


Novità da Scoprire: Angels di Serena Versari

Buon giovedì, oggi vorrei presentarvi il libro di una giovane scrittrice italiana: Angels di Serena Versari




Prezzo: € 12,50
Ebook: € 2,49 (sia in formato kindle che pdf)
Pagine: 178
Editore: GDS (collana Aktoris)
Genere: Fantasy


Link Il colore dei libri




lunedì 10 settembre 2012

Ebook più venduto nel mese di agosto

Per il quarto mese di fila, è l'ebook più venduto dalla casa editrice GDS
Questo mi rende veramente molto felice, anche se so perfettamente di essere solo all'inizio, ma spero con  il tempo di riuscire a fare sempre meglio!

Link a Gds edizioni


giovedì 6 settembre 2012

Sul blog "La locanda dei libri"


Grazie Claudia ^_^

Ti presento... "Angels"


Buongiorno amici lettori! Benvenuti ad una nuova puntata di "Ti presento un libro", per la quale ho scelto un romanzo che mi ha fatto conoscere l'autrice stessa:Serena Versari.


 Un nuovo Urban Fantasy tutto italiano 
che ci racconta di angeli, d'amore 
e mistero!

Link Locanda dei libri



mercoledì 5 settembre 2012

Sul blog "I miei sogni tra le pagine"

Ringrazio Stefy del blog "I miei sogni tra le pagine" per aver parlato del mio romanzo, ora attendo trepidante la sua recensione ^_^


Un fantasy tutto da scoprire: "Angel" di Serena Versari

Titolo: "Angels"
Autrice: Serena Versari
Casa editrice: GDS
Collana: Aktoris
Genere: Fantasy
Pagine: 178
Prezzo: 12.50 Euro

Sinossi:
Erika ha sempre desiderato una vita piena di magia, avventura e un vero amore.
Un giorno, in seguito ad un tradimento, decide di trasferirsi, di allontanarsi da una città caotica come Rimini per rifugiarsi in mezzo alla natura, in val di Fassa.
Lì incontra Jason, un ragazzo che tutti evitano e temono a causa dei suoi occhi neri come la pece.
Lei invece è attratta da quel ragazzo misterioso e fra loro si instaura un legame che diverrà sempre più forte con il passare del tempo.
Ma un’umana non può innamorarsi di un Angelo della Morte e qualcuno cercherà di ostacolare la loro unione.
Erika lotterà per quello in cui crede perché secondo lei l’amore è la forza più grande che governa l’universo.

Estratto dal libro:
Occhi neri come la pece. Occhi chiari come il ghiaccio. Maschio e femmina. Luce e oscurità. Movimento e staticità. Angelo della Vita e Angelo della Morte. Ogni cosa e il suo opposto si equivalgono e niente potrebbe aver vita se non esistesse la sua controparte.
Occhi come smeraldi.
Ci vollero un paio di minuti per riprendersi e,con stupore,si rese conto che la persona che la teneva fra le braccia era proprio il ragazzo che tutti temevano; quello che tutti non riuscivano a guardare in faccia perchè terrorizzati dal suo sguardo. Eppure,sembrava così dolce,aveva un volto così angelico...

L'AUTRICE:
È nata a Ravenna, dove vive e lavora.
La sua passione per il fantasy è nata nel lontano 1984 quando per la prima volta vide in tv " La storia Infinita"
Da allora ha cominciato ad essere una gran sognatrice e non ha ancora smesso.
Ha scritto "Angels" nel 2009, in un periodo in cui non si sentivo soddisfatta in pieno della mia vita.
Un giorno decise di mettere nero su bianco le sue sensazioni, ma poi l'immaginazione prese il sopravvento, oltrepassando il confine tra realtà e fantasia, così si trovò a scrivere di personaggi e luoghi magici.
Ha scritto, inoltre, i racconti " Trompe l'oeil" per la raccolta " Ravenna in Nero" e " Lezioni di chitarra" per la raccolta " Ravenna Erotica" entrambi pubblicati con Claudio Nanni Editore.
Nella vita ha altre passioni tra cui le arti marziali che ha praticato per 10 anni.
Le piace fare trekking in quanto ama la montagna e adora passeggiare fra i boschi.
Infine le moto e dopo tanti anni è riuscita a realizzare il sogno di possederne una tutta sua.


sabato 1 settembre 2012

Intervista su Ravenna Web Tv

Qui di seguito, riporto l'intervista rilasciata a Ravenna Web.
Sinceramente, non è stato molto semplice per me, stare davanti alla telecamera, ma alla fine mi sono anche
divertita.
Mi hanno chiamata "scrittrice di successo", e qui mi sarei seppellita! Magari, fossi una scrittrice di successo!
Diciamo che sono esordiente, molto esordiente, ma spero di riuscire con il tempo a migliorare.
Colgo comunque l'occasione, per ringraziare le persone che mi sono state vicine in questo percorso a partire dal mio amico Franco (se non fosse stato per lui, il manoscritto sarebbe ancora nel cassetto) a Gianpiero della casa editrice GDS, ai miei genitori, fidanzato e agli amici che continuano a incoraggiarmi e a sostenermi.
Ora se volete farvi due risate e guardare il video, eccolo:

video


Ravennawebtv